Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Partono oggi i telescopi spaziali per scoprire l'origine dell'universo


Partono oggi i telescopi spaziali per scoprire l'origine dell'universo
14/05/2009, 16:05

E' partito il conto alla rovescia: alle 15,32 di oggi, dalla Guyana francese partirà il razzo Arianne 5, che contiene nella testata due satelliti europei, che scruteranno lo spazio alla scoperta di nuovi dati. Il primo è il satellite Planck, incaricato di raggiungere una distanza di oltre un milione di chilometri dalla Terra e poi cercare onde radio, ad una frequenza estremamente bassa (tra 11 e 4 millimetri). Per questo dispone di sofisticati strumenti, raffreddati ad una temperatura costante di 20 gradi Kelvin (-253 gradi centigradi).
Il secondo è il satellite Herschel, incaricato di scoprire le radiazioni infrarosse che si scatenarono quando cominciarono a formarsi le stelle. Per questo la sua lente di 3,5 metri di diametro (la più grande lente unica mai usata nello spazio) è raffreddata con elio liquido alla temperatura di 0,03 gradi Kelvin, cioè ad un soffio dalla temperatura dello zero assoluto, -273 gradi. Così si potrà rilevare qualsiasi radiazione termica colpisca la lente.
Planck impiegherà circa un mese, prima di poter iniziare ad operare; dopo di che ne è previsto il funzionamento per 15 mesi; Herschel invece avrà bisogno di un rodaggio molto più lungo (circa sei mesi), ma poi resterà in funzione almeno 3 anni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©