Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Ricerca effettuata dall'Asaps

Patente a punti: in 7 anni ritirata a 138mila italiani

Donne più disciplinate degli uomini

Patente a punti: in 7 anni ritirata a 138mila italiani
14/05/2011, 12:05

Roma - L’associazione dei sostenitori della polizia stradale, a cui aderiscono oltre 25 mila cittadini, fa il punto sulla patente a punti, a 7 anni dalla sua entrata in vigore, 1° luglio 2003.
Le statistiche saranno pubblicate sulla rivista di giugno del '' Centauro''.
Su 35.972.976 patentati (dati al 31 dicembre 2010) hanno lasciato nelle mani delle forze dell’ordine quasi solo 68 milioni di punti, una media di1,887 punti per ogni patentato.
In 7 anni ritirata la patente ad appena 138 mila italiani
I più bravi? Gli over 70 naturalmente che con 3.466.423 punti prelevati su 3.316.104 patentati si fermano a una quota poco superiore a 1 (1,045).
La cifra sale in alto per i più giovani, quelli della fascia da 18 a 24 anni, per i quali la media raggiunge quasi la quota di 3 punti (2,929) e schizza a 4,192 per la fascia da 18 a 20 anni (nei primi 3 anni di patente i punti prelevati raddoppiano).
Nelle fasce d’età 25-29 e 30-34 anni non si scherza, con una media rispettivamente di
2,684 e 2,458punti prelevati per ogni conducente.

Le donne in campo automobilistico, sono molto più disciplinate degli uomini. Quindi sfatato il famoso detto '' Donna al volante, pericolo costante'', come già confermato da altre recenti statistiche.
Le patenti rosa hanno contribuito solo col 24,74% dei punti prelevati, rispetto al 75,26% dei maschi. Si potrà dire: ovvio, le donne patentate sono in numero inferiore.
Anche se su 35.972.472 patenti attive al 31.12.2010 le donne sono il 42,9% e gli uomini il 57,1%.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©