Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Con un accordo può lasciare l'Australia e tornare negli Usa

Paul Hogan, contenzioso con il fisco australiano


Paul Hogan, contenzioso con il fisco australiano
03/09/2010, 13:09

SYDNEY - Paul Hogan, da tutti conosciuto per l'interpretazione di "Crocodile Dundee", è bloccato da un mese in Australia per un contenzioso con il fisco australiano, che lo accusa di evasione per decine di milioni di dollari.
Soltanto ora è stato raggiunto un accordo che gli consente di tornare negli Stati Uniti dalla sua famiglia. Ad annunciarlo è l'avvocato di Hogan, Andrew Robinson, in un comunicato:
"Dopo un cordiale e cooperativo incontro tra i legali dell'attore e gli ispettori del fisco australiano è stato raggiunto un accordo, che permette al signor Hogan di tornare negli Usa".
L'attore, 70enne, era arrivato a Sydney lo scorso 20 agosto in occasione del funerale della madre; al suo arrivo, il fisco gli ha consegnato un'ingiunzione di pagamento per diversi milioni di dollari. Il contenzioso legale è in corso da cinque anni: secondo gli ispettori, Mr Crocodile avrebbe utilizzato dei conti offshore per nascondere i guadagni del primo film della serie di "Crocodile Dundee", best seller mondiale.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©