Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

PAURA DURANTE IL SONNO E SONNAMBULIA SONO FATTORI EREDITARI


PAURA DURANTE IL SONNO E SONNAMBULIA SONO FATTORI EREDITARI
01/12/2008, 14:12

Le paure nel sonno notturno, che portano i bambini a pianti inconsolabili a letto, sono almeno in parte ereditarie. Lo ha detto uno studio pubblicato oggi e condotto dallo Sleep Disorders Center all'ospedale Sacre-Coeur di Montreal.  In uno studio su 390 coppie di gemelli, che è apparso nella rivista Pediatrics, i ricercatori hanno scoperto che gemelli identici hanno molte più probabilità di andare incontro alle paure nel sonno dei gemelli eterozigoti.I gemelli monozigoti hanno una struttura genetica quasi identica, al contrario degli altri. I gemelli vengono studiati perché le loro somiglianze genetiche possono fornire informazioni su malattie e altre questioni. Secondo i ricercatori, i fattori ambientali possono spiegare in parte la paura notturna, dato che i gemelli vengono allevati insieme. Nel complesso, hanno scoperto che il 37% dei gemelli sviluppa la paura di notte verso i 18 mesi, mentre il problema scompare un anno dopo per la metà di loro. Studi precedenti citati nella ricerca mostrano che fattori genetici incidono nella sonnambulia, nel parlare durante il sonno e nelle paure notturne. Un altro studio dice che il 19% dei bambini da 4 a 9 anni ha provato paura di notte. Contrariamente agli incubi, "l'insorgere delle paure notturne è improvviso e sconvolgente, ed emerge solitamente con urla", dice lo studio. "Durante questi eventi i bambini sembrano confusi, spesso disorientati. Qualsiasi tentativo di svegliarli potrebbe aumentare la loro agitazione e prolungare questo stato". Ma le paure notturne sono brevi, cessano all'improvviso e ai bambini di solito ritorna la sonno profondo senza ricordarsi nulla dell'episodio.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©