Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

PAZIENTI DERISI SU FACEBOOK, SCANDALO AL MOLINETTE DI TORINO


PAZIENTI DERISI SU FACEBOOK, SCANDALO AL MOLINETTE DI TORINO
07/01/2009, 16:01

Facebook come la società. C’è di tutto. Peccato che il social network sembri di difficile regolamentazione. Ora, a Torino, è pugno duro contro gli infermieri che all’ospedale Molinette hanno messo online foto di pazienti in pronto soccorso, con tanto di commento aggiunto (grazie a Photoshop) sulla pancia di un uomo ubriaco: “Son ciucco perso”. Il giorno dopo la scoperta che su Facebook circolano immagini scattate nel Dipartimento di emergenza del principale ospedale piemontese, il primario, professor Valerio Gai, riferisce “la Stampa”, annuncia una commissione disciplinare. E da Roma il garante della privacy, Francesco Pizzetti, fa sapere che invierà immediatamente a Torino i suoi ispettori.

Arriveranno sanzioni esemplari, dice il primario Gai, non solo per chi ha scattato o caricato le foto sul sito della comunità virtuale, ma anche per chi si è prestato a esser fotografato in posa mentre lavorava, magari sorridendo accanto a un paziente dolorante.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©