Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Pesce crudo, attenzione all'anisakis


Pesce crudo, attenzione all'anisakis
10/07/2012, 19:07

TORINO - Nausea, vomito e, nei casi più gravi, anche la perforazione dell’intestino. Questi i sintomi causati dall’anisakis. Si tratta di un parassita del pesce crudo che recentemente, nel torinese, ha infestato alcune partite di pesce. Questi parassiti si trovano, allo stadio adulto, nell'addome dei mammiferi marini (balene, foche, delfini), più precisamente nello stomaco, e sono visibili a occhio nudo. Nei pesci sono presenti all'interno delle carni, prevalentemente nella parte inferiore, dove assumono una colorazione biancastra. Numerosi sono stati i controlli. A partire dalla pesca fino ai punti vendita e ai mercati, per poi continuare con i supermercati e i ristoranti. Ma un modo per uccidere il parassita esiste, occorre congelare il pesce prima di mangiarlo crudo o cuocerlo.  

Commenta Stampa
di Marina Ciaravolo
Riproduzione riservata ©