Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

PEUGEOT 3008: IL CROSSOVER DEL LEONE


PEUGEOT 3008: IL CROSSOVER DEL LEONE
17/01/2009, 14:01

Peugeot 3008 è un crossover compatto e con un ampio volume. Rappresenta un’offerta nuova e innovativa, non solo in seno alla gamma Peugeot, ma anche in tutto il mercato automobilistico attuale. 

 
Assemblata nello stabilimento di Sochaux (Francia orientale), beneficia tanto per il concetto che per le prestazioni di tutto il know-how e i valori del Marchio del Leone.
 
Designata internamente T84, la 3008 si posiziona all’incrocio di diversi “mondi automobilistici”: quello dei SUV, quello delle monovolume, quello delle berline. Da questi prende gli elementi più significativi, a cui aggiunge alcune tecnologie inedite (come il Dynamic Rolling Control, il Grip Control,…) che le permettono di coniugare prestazioni spesso ritenute contrastanti (piacere di guida a bordo di un veicolo « alto », motricità migliorata nel pieno rispetto dell’ambiente…).
 
Grazie a questa sintesi anticonformista e a scelte stilistiche decisamente personali, la 3008, pensata come un veicolo da conquista, offre ai clienti che cercano modernità, praticità e piacere di guida, soluzioni originali e una polivalenza ottimale. Protettiva, multiuso e valorizzante, la Peugeot 3008, crossover in ogni senso, esplora nuovi territori dell’automobile.
 
Come annunciato al Mondial, la 3008 sarà il primo modello del Gruppo con tecnologia HYbrid4: il lancio commerciale di questo crossover ibrido a quattro ruote motrici è previsto nel 2011, rendendo Peugeot 3008 un crossover efficiente dal punto di vista ambientale, in accordo con i tempi moderni e le aspirazioni di molti clienti.
 
La tecnologia HYbrid4
Questo termine si riferisce all’ibridazione di un motore termico con uno elettrico, in cui lo schema meccanico originale permette di disporre delle quattro ruote motrici.
Infatti, se il motore termico trova posto sotto il cofano anteriore per muovere le ruote anteriori, quello elettrico è posizionato al livello del retrotreno, sotto la soglia del vano bagagli, con il compito di azionare le ruote posteriori.
Questa tecnologia consente non solo un reale passo avanti in termini di riduzioni del consumo e delle emissioni di CO2 (circa il 35% in meno), ma anche l’utilizzo della trazione integrale.
Allo scorso Mondial di Parigi è stata presentata la concept-car Prologue HYbrid4 equipaggiata con un 2.0 litri HDi FAP® 120 kW (163 CV) ed un motore elettrico di 27 kW (37 CV), per una potenza complessiva di 147 kW (200 CV) ed una coppia massima di 300 Nm sull’avantreno e 200 Nm sul retrotreno. Nonostante questa potenza, che è direttamente comparabili a quelle che si sarebbero potute ottenere soltanto con un 2.2 l HDi FAP® bi-turbo, il consumo, nel ciclo misto, è di soli 4,1 l/100 km, con emissione di 109 g/km di CO2!
Pur mantenendo i vantaggi di un veicolo spazioso, questa tecnologia permette di associare prestazioni dinamiche di spicco e nel rispetto dell'ambiente.Nel 2009, l’offerta della 3008 si articolerà nel seguente modo:
 
Motori diesel HDi FAP®:
- 1,6 l HDi FAP® 80 kW (110 CV), 240 Nm, cambio manuale a 6 marce – CO2 : 137 g/km
- 1,6 l HDi FAP® 80 kW (110 CV), 240 Nm, cambio robotizzato a 6 marce – CO2 : 130 g/km (1)
- 2,0 l HDi FAP® 110 kW (150 CV), 340 Nm, cambio manuale a 6 marce– Euro 5, CO2 : 146 g/km (1)
- 2,0 l HDi FAP® 120 kW (163 CV), 340 Nm, cambio automatico a 6 rapporti – Euro 5, CO2 : 176 g/km (2)
 
Motori benzina:
- 1,6 l VTi 88 kW (120 CV), 160 Nm, cambio manuale a 5 marce – Euro 5, CO2 : 165 g/km
- 1,6 l THP 110 kW (150 CV), 240 Nm, cambio manuale a 6 marce – CO2 : 176 g/km, poi 1,6 l THP 115 kW (156 CV), 240 Nm, cambio manuale a 6 marce – Euro 5, CO2 : 170 g/km (2)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.