Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Un’offerta di mobilità globale e sostenibile.

Peugeot al Salone dell'Auto di Ginevra 2009


Peugeot al Salone dell'Auto di Ginevra 2009
13/02/2009, 13:02

Su uno stand inedito per il Marchio, Peugeot presenta in anteprima mondiale la 3008.
 
3008 : Nuova tecnologia, nuova guida.
La 3008 è una nuova vettura compatta ma di grande volume, destinata ad esplorare nuovi segmenti di mercato. Multi-uso, si posiziona all’incrocio di diversi universi automobilistici, sia all’esterno sia all’interno, con un abitacolo pratico e valorizzante per il guidatore e per i suoi passeggeri. Offre nuovi equipaggiamenti (Grip control, dynamic rolling control, sistema di visualizzazione a testa alta, distance alert, freno di stazionamento elettrico automatico…) che contribuiscono al piacere di guida e alla sicurezza.
La 3008 è rispettosa dell’ambiente con una gamma prestazionale, la cui offerta-base ha emissioni di soli 130 g/km di CO2.
 
308 CC : la più cabriolet delle coupé-cabriolet.
Con la 308 CC, il Marchio rafforza la propria posizione di leader nel segmento delle coupé – cabriolet. Questa nuova CC associa eleganza, stile espressivo e dinamico, ad una sintesi tra comfort e comportamento stradale piacevole e rigoroso. Gli equipaggiamenti innovativi di comfort e di sicurezza evidenziano la sua appartenenza all’alto di gamma: scaldanuca (sistema airwave), roll-bar ad apertura pirotecnica e, in esclusiva mondiale, l’airbag per la testa.
 
In totale, sono presentati sullo stand Peugeot al Salone di Ginevra venticinque veicoli.
 
 
Un’offerta di mobilità globale e sostenibile.
 
Questa nuova edizione del Salone di Ginevra è per Peugeot l’occasione di presentare e di dimostrare la sua volontà di essere protagonista responsabile della mobilità globale e sostenibile, abbinando un basso impatto ecologico, una sicurezza di alto livello e un’offerta competitiva nelle due, tre, quattro ruote (cicli, scooter, vetture).
 
Proporre a ciascuno una soluzione di mobilità tenendo sotto controllo le emissioni di CO2  e i consumi: questo è uno degli obiettivi del Marchio simboleggiati dal logo Blue Lion. Questa posizione trova la sua espressione concreta nella ricerca e nell’adozione di soluzioni tecniche pertinenti e rispettose dell’ambiente. Peugeot è oggi leader europeo incontrastato dei veicoli a bassi consumi e a basse emissioni di CO2.
1 veicolo nuovo su 6 venduti in Europa con emissioni inferiori a 120 g/km di CO2 è Peugeot.
Questa prestazione è illustrata sullo stand da: una 207 1,6 l HDi FAP® 66kW/90 CV che propone un pacchetto tecnico particolarmente prestazionale (aerodinamica specifica, taratura del motore ottimizzata) che gli permetterà prossimamente di ridurre le emissioni a 99 g/km di CO2; dalla nuova 107 che propone sin d’ora emissioni di 106 g/km di CO2; dalla 407 1,6 l HDi FAP®  80kW/110 CV che limita le emissioni a soli 129 g/km di CO2, che sarà commercializzata a breve.
Per mantenere e rafforzare questa leadership, il Marchio investe in tecnologie di rottura:
 
-       Nel campo dei veicoli Ibridi, le concept car presenti sullo stand testimoniano il progresso del Gruppo in materia di ibridazione della nuova generazione. Così, a meno di due anni dal lancio, la 3008 sarà il primo veicolo Hybride disponibile all’interno del gruppo.
-       Peugeot si impegna nel campo della micro-ibridazione. Infatti, il sistema Stop&Start di seconda generazione sarà adottato su larga serie nelle sue gamme a partire dal 2011.
-       Nel campo delle vetture elettriche, Peugeot, che è stata pioniera sin dal 1995 con la 106 (ad oggi la vettura elettrica più venduta al mondo), prosegue nei suoi lavori di sviluppo utilizzando le tecnologie più promettenti.
 
 
Promuovere un nuovo rapporto con l’automobile grazie a veicoli ancora più rispettosi dell’ambiente, da città, e con un comportamento ineccepibile dal punto di vista della sicurezza, costituisce la linea d’azione di Peugeot per il prossimo futuro.
Le concept-car Prologue HYbrid4, RC HYbrid4 e HYbrid3 Compressor sono veicoli che evidenziano quest’approccio ambientale del Marchio.
 
Infatti, la tecnologia HYbrid che associa un motore termico a un motore elettrico, permette un atteggiamento di rottura in termini di consumi e di emissioni di CO2. Questi motori possono funzionare separatamente (in modalità emissioni zero nella sola modalità elettrica) o insieme, per consentire di beneficiare di un incremento di potenza su richiesta e, soprattutto, della trazione integrale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.