Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Pharmexpo: farmacisti italiani si incontrano a Napoli

Alla Mostra d’Oltremare tre giorni di esposizione e convegni

Pharmexpo: farmacisti italiani si incontrano a Napoli
20/11/2013, 12:44

NAPOLI –  L’aggiornamento dei farmacisti diventa una necessità su varie tematiche che non si riferiscono solo alla distribuzione dei farmaci, ma anche al primo soccorso, alla prevenzione, all’alimentazione ed agli argomenti più disparati finanche la comunicazione dei social network.
La sesta edizione di Pharmexpo, l’unico salone tematico del centro sud, offre ai 10.000 farmacisti attesi alla Mostra d’Oltremare dal 22 al 24 novembre, l’opportunità di incontrarsi e dialogare con oltre 200 aziende provenienti da tutta Europa e di partecipare ai 21 convegni in programma.
I lavori scientifici sono coordinati dalla facoltà di Farmacia della “Federico II”, dall’Ordine dei Farmacisti della Provincia di Napoli e da Federfarma. L’ANDI - Associazione dei Dentisti Italiani -  allestisce il Dental Village dedicato al mondo dell’odontoiatria.
Gli argomenti trattati vanno dai disturbi del sonno all’uso dei nutraceutici (i farmaci per persone sane),  dalle terapie naturali per affrontare la menopausa all’igiene orale, dalla nutrizione infantile all’alimentazione dei celiaci.  Tra i temi anche la gestione dei marketing sui social network, la fidelizzazione della clientela e la gestione  di una rete di farmacie.
In esposizione tutti i generi di prodotti  che troviamo in farmacia oltre i medicinali, dalla cosmesi all’alimentazione, apparecchiature elettromedicali  e a disposizione tutti i servizi  dalle analisi allo smaltimento dei rifiuti speciali.
Nel prossimo futuro esiste una previsione di apertura di 300 nuove farmacie in Campania e Angelo de Negri, della Progecta, che organizza l’evento commenta: “La crisi rappresenta un’opportunità  e le farmacie sono, nella maggioranza dei casi, aziende famigliari snelle e capaci di gestire i rapidi cambiamenti delle esigenze, ma anche delle nuove normative”.
Ma le farmacie possono essere anche grandi imprese come  quelle che gestiscono i prodotti con la robotica. Sono quasi il 10%  quelle che hanno grandi apparecchiature con un sistema robotizzato che permette di ricevere direttamente dal magazzino al banco di vendita, il prodotto richiesto, con  gestione che arriva sino a 10mila farmaci ed il controllo di quelli in scadenza.
“Cinque  anni fa solo l’1% delle farmacie era dotato di questi macchinari, - dichiara Fabrizio Cantella, direttore di Pharmexpo  - questo è un settore  che sta avendo una crescita esponenziale e siamo fieri che al nostro salone siano presenti le 4 più importanti aziende mondiali, due  italiane, una  tedesca ed una americana”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©