Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Studio rivela:Pillole vecchie più sicure

Pillole di nuova generazione:maggiore il rischio di trombosi

La colpa è dei nuovi ormoni utilizzati

Pillole di nuova generazione:maggiore il rischio di trombosi
02/11/2011, 18:11

Secondo uno studio pubblicato online dalla rivista British Medical Journal, le nuove pillole contraccettive sarebbero più pericolose di quelle vecchie. Il rischio in questione è quello di andare in contro ad un tromboembolismo venoso e cioè al pericolo dell’insorgenza di coaguli di sangue nelle vene. I ricercatori , guidati da Ojvind Lidegaard dell’University of Copenhagen ,hanno dimostrato, attraverso uno studio che ha tenuto sotto controllo donne danesi che assumevano contraccettivi dal 2001 fino al 2009 , che le pillole contraccettive a base dei nuovi ormoni progestinici quali, drosperidone, desogestrel o gestodene portano ad un rischio maggiore di tromboembolismo rispetto a quelle vecchie che contengono levonorgestrel. Questa tesi conferma gli studi che in passato ipotizzarono lo stesso rischio di cui si parla oggi.
Il pericolo messo in evidenza da questa ricerca è quello relativo alla possibilità di andare in contro ad una trombosi, anche se di lieve gravità. Nelle donne che utilizzano pillole a base di levonorgesrel tale rischio è di tre volte superiore rispetto a quelle che invece non fanno cure ormonali. Sale invece a sei in quelle donne che assumono pillole a base dei nuovi ormoni quali: drospirenone, desorgestrel o gestodene. Questi dati rapportati in termini assoluti evidenziano un pericolo di trombosi di circa dieci per ogni 10 mila donne ( che assumono le nuove pillole)per l’anno .
Tutti questi dati sono stati ricavati con tecniche sofisticate ma non bisogna dimenticare che in ogni caso e qualunque sia il tipo di pillola è sempre consigliato fare attenzione ai pericoli a cui si può andare incontro e per questo rivolgersi ad un medico fidato prima dell’assunzione.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©