Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Una ricerca americana dimostra: servono anche al cuore

Pistacchi, utili alleati contro il colesterolo


Pistacchi, utili alleati contro il colesterolo
21/05/2010, 21:05

PENNSYLVANIA – Un aperitivo gustoso e sano? Quello a base di pistacchi. Una recente ricerca condotta dalla Penn State Universityha infatti dimostrato che consumare meno di 100 grammi al giorno di pistacchi riportano i valori del colesterolo alla normalità.
 L’esperimento è stato condotto sottoponendo tre gruppi di volontari a tre diversi tipi di dieta.
Niente pistacchi per il primo gruppo, 45 grammi del frutto proveniente dall'Asia minore per il secondo e 90 grammi per il terzo. Tre diete controllate, dunque, ma i volontari che avevano consumato pistacchi avevano livelli più alti di beta-carotene, luteina e gamma-tocoferolo e una quantità inferiore di lipoproteine a bassa densità ossidate, responsabili dell'insorgenza di complicanze cardiovascolari poichè provocano l'infiammazione e l'accumulo di placche nei vasi sanguigni.
Si è così potuto accertare che all'interno di una dieta sana i pistacchi riducono il colesterolo alto combattendo il cosiddetto "colesterolo cattivo" e aumentando i livelli di antiossidanti nel sangue. Ma perchè se ne vedano i benefici è necessario consumare tra i 45 e i 90 grammi di pistacchi tutti i giorni. I ricercatori guidati da Penny Kris-Etherton hanno pubblicato lo studio sul "Journal of Nutrition” suggerendo ai lettori come diminuire i livelli di LDL, colesterolo cattivo.
In Italia la coltivazione di questo frutto è stata da poco introdotta e delimitata alla Sicilia. La raccolta avviene a settembre ma se seguissimo immediatamente il consiglio dei ricercatori americani, oltre a diminuire il colesterolo, grazie all'aumento dei livelli di betacarotene, potremmo garantirci una bella abbronzatura.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©