Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Funzionerà la trovata per sconfiggere la crisi?

Play Boy le prova tutte: ecco il numero in 3D


Play Boy le prova tutte: ecco il numero in 3D
12/05/2010, 19:05

Che la rivista maschile più diffusa al mondo stesse attraversando tempi molto bui, con i redattori che devono lottare per vedersi accreditato lo stipendio e l'autentica emorragia di sponsor non è certo un mistero. E così, nel disperato tentativo di risalire la china di una crisi che sembra non dare scampo, Play Boy cerca di proporre le proprie pagine in 3D; con occhialini speciali allegati al numero in edicola. Basterà questa "novità" del resto già utilizzata da diverse riviste da almeno 10 anni a risollevare le sorti del periodico sexy?
Di certo, nel frattempo, c'è solo il poderoso calo delle vendite: Play Boy nel 2006 vendeva infatti 3,6 milion di copie e, oggi, non supera il milione e mezzo. La pensata del tridimensionale viene però dai piani alti, anzi altissimi: a proporla è stato difatti Hugh Hefner in persona che, intervistato, ha dichiarato:"Mi sono chiesto cosa avrebbe voluto vedere la gente in 3D. Credo che la risposta sia una ragazza nuda". Del resto, il papà della rivista che ha lanciato il porno soft stampato su larga scala, ha ammesso in più di un'occasione di essere rimasto molto affascinato dal successo planetario riscosso da Avatar di James Cameron e di voler dunque trarre "libera ispirazione" dalla proposta tecno-cinematografica del noto regista americano.
A tentare di persuadere i lettori che una donna nuda su carta ma in 3D è più allettante di un video porno sarà la super-modella Hope Dworaczyk; 25 enne americana mozzafiato  già selezionata come playmate per l'aprile del 2009.
Hefner e i suoi lanciano dunque la sfida alla nuova tecnologia affidandosi ad una nuova possibilità di visualizzazione delle immagini stampate. Idea vincente o pallida illusione di rinascita? Il giudizio ai lettori...

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©