Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

PRESENTATO IL NAC, ECCELLENZA EUROPEA NEI SISTEMI INTELLIGENTI


PRESENTATO IL NAC, ECCELLENZA EUROPEA NEI SISTEMI INTELLIGENTI
25/11/2008, 14:11

 

Imitare e riprodurre in laboratorio con strumenti artificiali i comportamenti “intelligenti” degli esseri viventi. E’ questa la sfida del Laboratorio per lo studio dei Sistemi Cognitivi Naturali e Artificiali (NAC),  promosso a Napoli dal Dipartimento di Scienze Relazionali della “Federico II” e le cui attività verranno illustrate alla presenza del Magnifico Rettore Prof. Guido Trombetti giovedì 27 Novembre dalle ore 10 al Centro Congressi dell’Università di Largo San Marcellino. “La capacità di apprendere comportamenti più efficaci dall’interazione con l’ambiente in cui sono immersi – afferma Orazio Miglino, Ordinario di Psicologia della Federico II e direttore del NAC - accomuna i sistemi artificiali, come computer, robot o reti telematiche agli esseri viventi.” E’ su questa frontiera delle nostre conoscenze, che si è affacciata negli ultimi anni un’ampia comunità internazionale di ricercatori, provenienti da discipline apparentemente molto distanti, come psicologi, filosofi, biologi, ma anche fisici, ingegneri e informatici. “Questo giovane settore di ricerca – sostiene il Prof. Miglino – attira infatti naturalmente chi si interessa alla costruzione di una teoria della conoscenza e dell’apprendimento, ma costituisce allo stesso tempo un formidabile campo di sperimentazione per le più avanzate tecnologie informatiche e della robotica.” Uno degli obiettivi del Nac è ad esempio la riproduzione tramite simulazioni al computer, dei comportamenti adattivi e “intelligenti” degli esseri umani o anche di specie animali, come risultato di un percorso evolutivo ricostruito artificialmente.
 Tra le applicazioni più recenti e interessanti quella dei cosiddetti serious games, videogiochi di ruolo, i cui partecipanti interagiscono tramite vere e proprie controfigure virtuali, i cosiddetti avatar. I giocatori umani possono essere così “addestrati” alla risoluzione di problemi, alla negoziazione o a prendere decisioni e a reagire a specifici eventi disastrosi (calamità naturali, emergenze urbane…). L’interesse di committenti pubblici e privati per queste applicazioni è rapidamente cresciuto negli ultimi anni, come testimonia la partecipazione il 27 Novembre del TILS (Telecom Italia Learning Services) e di altri importanti partner privati dei progetti del NAC.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©