Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Ecco la belva compatta da 340 cv

Prestazioni elevate per la Audi RS 3 Sportback


Prestazioni elevate per la Audi RS 3 Sportback
29/11/2010, 16:11

Prestazioni straordinarie, dimensioni compatte. La Audi ha aggiunto un nuovo modello alla propria gamma sportiva RS: la RS 3 Sportback. Riprendendo una tradizione del Marchio, il motore è uno scattante cinque cilindri con sovralimentazione turbo. Il motore 2.5 sviluppa 340 CV (250 kW) di potenza e 450 Nm di coppia, con un consumo medio nel ciclo combinato di 9,1 l/100 km.

La forza di trazione viene trasmessa alla strada attraverso il cambio S tronic a sette rapporti e alla trazione integrale permanente quattro. Cerchi da 19'' e paraurti in fibra di carbonio rinforzata (CFRP) sottolineano ulteriormente l'eccellenza della Audi RS 3 Sportback.

Potenza e sonorità di livello superiore: il motore

Ogni modello Audi RS rappresenta sempre la versione più prestazionale della gamma. Con la RS 3 Sportback, sviluppata dalla quattro GmbH, questa filosofia fatta di prestazioni e dinamicità di livello superiore fa il suo ingresso nel segmento delle compatte. La vettura passa da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi, primato ineguagliato dalla concorrenza, e la velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h. Ciononostante questa vettura compatta, dal peso di 1.575 kg, consuma in media soltanto 9,1 l/ 100 km a fronte di emissioni di CO2 di 212 g/km. Una simile straordinaria efficienza si deve principalmente a una pompa dell'olio con funzionamento on demand e a un sistema di rigenerazione che recupera energia quando la vettura decelera.

Il motore 2.5 della RS 3 Sportback regala emozioni uniche ai passeggeri in virtù di una straordinaria potenza, una vigorosa ripresa fino a 6.800 giri e una sonorità leggendaria: il classico sound potente, sostenuto dal caratteristico ritmo dell'ordine di accensione dei cinque cilindri. Un'apposita valvola posta in corrispondenza dello scarico intensifica ulteriormente il suono ed è controllata mediante il pulsante Sport, che varia anche la risposta del motore.

I potenti motori cinque cilindri vantano una lunga tradizione alla Audi. Già negli anni Ottanta venivano adottati da vetture da corsa e non, per avere la meglio sulla concorrenza. Anche il primo modello Audi RS, la RS 2 del 1994, montava un motore cinque cilindri. Il motore 2.5, già precedentemente montato sulla TT RS, ridefinisce ora lo stato dell'arte, dopo essere stato recentemente eletto “International Engine of the Year” da un'autorevole giuria di giornalisti.

Il 2.5 TFSI sviluppa 340 CV (250 kW) di potenza da una cilindrata di 2.480 cc ed eroga una potenza specifica di 137,1 CV per ogni litro di cilindrata. La coppia massima di 450 Nm è disponibile anche a bassi regimi, a circa 1.600 giri e rimane costante fino a 5.300 giri. Questi parametri generali consentono di ottenere valori di accelerazione ed elasticità eccellenti.

Lungo appena 49 centimetri, il cinque cilindri è ultracompatto e pesa solo 183 kg. Il basamento è realizzato in ghisa grafitica vermicolare, un materiale estremamente robusto e nel contempo leggero. La Audi è la prima Casa costruttrice ad adottare questo materiale per un motore benzina. Rinforzi posizionati ad arte potenziano ulteriormente la possibilità di carico del blocco. Grazie alla relativa leggerezza strutturale, il peso della Audi RS 3 Sportback risulta contenuto, aspetto che va a tutto vantaggio della distribuzione del carico sugli assi e, in ultima istanza, anche dell’agilità.

Il grande turbocompressore genera fino a 1,2 bar di pressione di sovralimentazione. L'intercooler a valle consente di ottenere un livello di efficienza superiore all'80%. Come tutti i motori turbo benzina Audi, il 2.5 TFSI coniuga tecnologia di alimentazione turbo e iniezione diretta FSI. Il connubio di queste due tecnologie consente di ottenere facilmente un rapporto di compressione elevato (10,0:1) unitamente a un elevato rapporto di efficienza. Gli elementi mobili presenti nel condotto di aspirazione miscelano l'aria in ingresso. I due alberi a camme, regolabili di 42° per mezzo della rotazione dell'albero a gomiti, accrescono l'efficienza nella formazione della miscela.

Velocità e trazione: la trasmissione

Il compatto S tronic a sette rapporti trasmette la potenza dal motore cinque cilindri attraverso tre alberi: un albero motore e due alberi di uscita. Come tutti i cambi a doppia frizione, comprende due sezioni di trasmissione. Il processo di innesto è estremamente morbido ed avviene in qualche centesimo di secondo nel momento dell'inserimento della frizione, in modo pressoché impercettibile e senza interruzione della forza di trazione. La settima marcia è molto alta, fattore importante per il contenimento dei consumi.

Il guidatore può azionare il cambio S tronic a sette rapporti scegliendo tra due modalità automatiche e una manuale, utilizzando i paddle al volante o l'apposita leva per la cambiata manuale. Il programma Launch Control si occupa dello sprint da fermo, fornendo potenza esplosiva e riducendo al minimo lo slittamento in fase di spunto.

Trasferendo trazione alla strada con grande naturalezza, la trazione integrale permanente quattro regala alla RS 3 Sportback aderenza, dinamica e stabilità ancora superiori, primeggiando sulla concorrenza. Il componente centrale del sistema è rappresentato da una frizione multidisco in bagno d'olio a controllo elettronico, montata all'estremità dell'albero di trasmissione per ottenere una distribuzione favorevole del carico assiale.

Grazie alla trazione quattro, la forza di trazione può essere ripartita sugli assi, secondo necessità. Ogniqualvolta avviene uno slittamento su uno di essi, una pompa elettrica interviene a velocità molto elevata per aumentare la pressione dell'olio. La pompa esercita una pressione costante dei dischi della frizione tra loro, consentendo così che la coppia venga reindirizzata di conseguenza. Grazie a un potente accumulatore, questo processo richiede pochi millisecondi.

Dinamico e sicuro: il telaio

La rigidità della carrozzeria pone le basi per un handling preciso della RS 3 Sportback; ma questo viene effettivamente reso possibile dal telaio. Le sospensioni posteriori multilink a 4 bracci – con carreggiata di 1528 mm – sono fissate a un telaio secondario e realizzate in acciaio ad alta resistenza consentendo di gestire separatamente le forze longitudinali e laterali.

Ampliata fino a 1564 mm la carreggiata, le sospensioni anteriori sono di tipo McPherson, anch'esse con un telaio secondario separato. I componenti principali della struttura sono realizzati in alluminio. Grazie alla trasmissione elettromeccanica, lo sterzo a pignone-cremagliera è altamente efficiente, con un rapporto di trasmissione diretto e sportivo di 16,2:1.

Le molle elicoidali e i nuovi ammortizzatori forniscono un ottimo supporto verticale. Le sospensioni sportive consentono di abbassare la carrozzeria della RS 3 Sportback di 25 millimetri rispetto alla A3. Il nuovo modello top di gamma della serie A3 vanta cerchi in alluminio pressofuso da 19'' con pneumatici anteriori 235/35 e posteriori 225/35 di serie. I cerchi vengono proposti di serie in look titanio lucidati, ma disponibili su richiesta con profilo rosso.

I dischi, ventilati internamente, hanno un diametro rispettivamente di 370 mm, nella parte anteriore, e 310 mm nella parte posteriore della vettura. Sono perforati per ottenere la massima dispersione del calore e sono collegati mediante perni cavi alle coperture dei dischi freno in alluminio. Le pinze anteriori sono a quattro pistoncini e sono verniciate in color nero lucido con logo RS. Il programma elettronico di stabilizzazione (ESP) prevede una modalità Sport e può essere completamente disattivato.

Guidata con precisione dal suo sterzo reattivo, la RS 3 Sportback entra in curva con grande vigore e ne esce con agilità, stabilità e sicurezza. Il limite di stabilità è estremamente elevato e consente di controllare la vettura senza sforzo: un altro aspetto che va a definire il carattere di questa potente vettura compatta.

Interni ed esterni: stile dinamico

La carica innovativa del nuovo modello di punta della A3 è evidente fin dal primo sguardo. Unitamente ai fari anteriori xeno plus, la grembialatura anteriore, la calandra single-frame antracite con finitura diamantata e le prese d'aria contribuiscono a creare un modello davvero unico.

I profili laterali sono dominati dai parafanghi anteriori svasati in fibra di carbonio rinforzata (CFRP), minigonne sporgenti, gusci degli specchietti laterali con finitura in alluminio opaco e un grande spoiler al tetto. Un inserto del diffusore nero lucido e due terminali di scarico ellittici sulla sinistra sottolineano il design del posteriore. Il logo RS 3 impreziosisce la calandra del radiatore single frame e il portellone posteriore.

Sportivi sono anche gli interni, interamente realizzati in colore nero e con logo RS 3 in evidenza. I sedili sportivi vantano rivestimenti in pelle Nappa fine con cuciture argento a contrasto e inserti con finitura in lacca lucida nera o nella nuova finitura Aluminum Race; il volante multifunzione sportivo con rivestimento in pelle presenta una corona a fondo piatto. La leva selettrice e il quadro strumenti sono caratterizzati da un design particolare. Il sistema d'informazione per il conducente può visualizzare pressione di sovralimentazione, temperatura dell'olio nonché tempo sul giro.

La RS 3 Sportback monta di serie il pulsante Sport, il sistema di ausilio al parcheggio posteriore, il climatizzatore automatico, l’impianto radio Chorus e i fari anteriori xeno plus con luci diurne in tecnologia LED. La Audi offre poi ai propri Clienti un'interessante gamma di equipaggiamenti a richiesta, tra cui: sedili sportivi anteriori, barre al tetto con finitura in alluminio opaco e pacchetti style in alluminio nero o opaco. Per la carrozzeria sono disponibili cinque colori base, oltre a una vastissima gamma di colori personalizzati.

La RS 3 Sportback verrà commercializzata nei primi mesi del 2011.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
Audi RS3