Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Domani la Giornata Mondiale

Prestigiacomo: sull'ambiente occorre più legalità


Prestigiacomo: sull'ambiente occorre più legalità
04/06/2010, 21:06

ROMA - La battaglia della legalita' passa dall'ambiente, per averne sempre di piu’ e sconfiggere l'ecomafia e i crimini contro la natura. Insieme, ''un impegno del governo e uno dei pilastri del ministero dell'Ambiente''. Questo il pensiero del ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo che a Roma ha dato il via alla presentazione della Giornata mondiale dell'Ambiente, la cui celebrazione e' prevista per domani 5 giugno.
La legalita' al centro dello spirito con cui il ministro ha accolto, in quella che una volta era 'Villa Osio', ''un luogo simbolico'' perche' si tratta di un bene confiscato alla criminalita' , oltre 1.000 ragazzi provenienti da diverse scuole. A proposito degli reati contro l'ambiente, Prestigiacomo ha detto che gli eco-reati saranno ''oggetto di una Direttiva Ue'' da recepire e su cui sta lavorando ''con il ministro della Giustizia Angelino Alfano'': si tratta, ha aggiunto, di ''misure legislative per aggravare le pene'', promuovere  ''nuove fattispecie di reato'' perche' ''per i criminali che saccheggiano l'ambiente'' la linea da seguire e' quella della ''tolleranza zero''. E' stato, poi, ricordato l'accordo 'Scuola, ambiente e legalita' firmata dai ministeri dell'Ambiente e dell'Istruzione l'anno scorso e di cui oggi sono stati premiati i vincitori dei concorsi: ''Un programma - ha osservato il ministro - che ha portato per la prima volta nella storia del nostro Paese l'ambiente tra le materie di insegnamento a scuola all'interno di 'Cittadinanza e Costituzione''' e alla pubblicazione delle Linee guida per l'educazione ambientale e lo sviluppo sostenibile.
Poi, Prestigiacomo si e' soffermata sul futuro dei giovani ricordando che ''i tempi delle problematiche ambientali hanno tempi piu' lunghi della durata di un governo e per questo devono andare oltre l'ideologia politica''. Sono temi che ''si proiettano nel futuro'', e - rivolgendosi alla platea di ragazzi in maglietta bianca con i simboli dell'ambiente - che ''parlano del vostro futuro'': come, per esempio, quanto si e' deciso al vertice Onu a Copenaghen ponendo un traguardo al 2050, cioe' al ''vostro'' riscaldamento globale. Quanto conta la scuola, o meglio la giovane eta', per imparare a difendere l'ambiente lo si capisce quando il ministro parla della ''formazione delle coscienze'' che ''nasce'' proprio sui banchi di scuola, ed e' proprio ''li' che bisogna investire''. E allora per imparare a riciclare i rifiuti e a gestire meglio l'acqua c'e' sempre tempo: un aiuto ce lo offre il sito della Giornata mondiale dell'Ambiente indicando gli eco-consigli quotidiani che possono aiutare il Pianeta. Primo tra tutti, l'invito a piantare un albero. Quando si e' in casa bisognerebbe fare attenzione al rubinetto che scorre inutilmente quando ci si lava i denti. Prima di uscire il consiglio e' quello di spegnere tutti gli interruttori, comprese le lucine degli stand-by. Mentre per andare a lavorare sarebbe meglio preferire mezzi ecologici: no all'auto, si' alla bicicletta oppure ai mezzi pubblici. In ufficio, il suggerimento e' di comprare una pianta per la scrivania cosi' che possa rimuovere gli inquinanti nell'aria. Due le nuove iniziative presentate da Prestigiacomo, nel corso della giornata - organizzata dal ministero e a cui hanno partecipato uomini delle autorita' imopegnate nel contrasto dei crimini ambientali - sempre lanciate dai ministeri dell'Ambiente e dell'Istruzione: per una si tratta di un bando per un milione di euro per tutte le scuole per la realizzazione di progetti per la prevenzione dei reati ambientali, l'altra iniziativa si chiama 'La scuola adotta un parco' ed e' la possibilita' per ogni scuola di poter scegliere un parco o un'area marina da difendere, facendo diventare i ragazzi dei ''volontari per l'ambiente''

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©