Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Martedì prossimo allo star Judo di Scampia

Prevenzione, a Napoli la XVII edizione della Campagna Nastro Rosa


Prevenzione, a Napoli la XVII edizione della Campagna Nastro Rosa
15/10/2010, 17:10

NAPOLI - Martedì 19 ottobre 2010, alle ore 11.00, presso il Centro Sportivo Maddaloni Star Judo Club di Viale della Resistenza a Scampia, si terrà la Conferenza Stampa organizzata dalla Lilt di Napoli (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) per illustrare le iniziative della XVII edizione della Campagna Mondiale Nastro Rosa ideata nel 1989 negli Stati Uniti da Evelyn Lauder e promossa in tutto il mondo per sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella.

All’incontro con la stampa, moderato da Roberto Aiello e che vedrà il saluto istituzionale del Presidente della Regione Campania on. Stefano Caldoro, prenderanno parte: il presidente della Lilt di Napoli, professor Adolfo Gallipoli D’Errico, il maestro Giovanni Maddaloni, il Direttore Generale ed il Direttore Scientifico dell’Istituto Tumori di Napoli “G. Pascale, rispettivamente dottor Tonino Pedicini e professor Aldo Vecchione, l’assessore alle Pari Opportunità e Grandi Eventi del Comune di Napoli, Maria Grazia Pagano, l’assessore alle pari Opportunità della Provincia di Napoli, Giovanna Del Giudice e Monica Sarnelli, testimonial dell’evento.

All’iniziativa presenzieranno i vertici della Magistratura e delle Forze dell’Ordine di Napoli.

“Questa volta, grazie alla Fondazione Lauder e alla encomiabile sensibilità delle nostri istituzioni, – ha spiegato il professor Gallipoli D’Errico - abbiamo scelto lo Star Judo Club di Scampìa dove abbiamo nel recente passato avviato una significativa campagna di prevenzione oncologica, perché riteniamo che la cultura della prevenzione, che dal canto nostro proponiamo per incoraggiare la pratica della diagnosi precoce, possa e debba essere centrale in tutti i campi del vivere sociale. E in questo, la palestra del maestro Maddaloni, che è prima di tutto una palestra di vita, è qualcosa in più di un luogo simbolo”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©