Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Prima banca dati sull'obesità in Italia


Prima banca dati sull'obesità in Italia
04/02/2009, 17:02

Al nastro di partenza in Italia la prima banca dati sull'obesità. Sarà il risultato della campagna 'Dai peso al peso', organizzata nell'ambito del progetto su sovrappeso e obesità condotto dall' Istituto Superiore di Sanità, Istituto San Raffaele Pisana di Roma, Società italiana dell'obesità e l'azienda Acaya, specializzata in simulazioni sanitarie. La campagna, che ha il sostegno dell'azienda farmaceutica Abbott e della Coop, sarà condotta presso le Ipercoop di tutta Italia.

Prenderà il via da Roma il 13 e 14 febbraio per terminare in giugno a Cagliari. Saranno in campo oltre 200 medici, 100 infermieri e 8 ambulatori per la raccolta dei dati che al termine dell'indagine saranno consegnati all'Iss. Il risultato sarà una banca dati relativa a 10 mila persone in sovrappeso o obese che potranno essere ricontattate in futuro per seguire l'evoluzione del loro stato di salute. 

 I controlli promossi nella campagna prevedono visite, questionari e un prelievo di sangue in postazioni esterne alle Ipercoop.

"Le persone interessate a fare i controlli possono liberamente avvicinarsi ai punti predisposti nelle Coop, dove saranno accolte da medici e infermieri per un prelievo capillare di sangue su cui effettuare analisi della glicemia e del profilo lipidico", ha spiegato Giuseppe Rosano, direttore del Centro di Ricerca Clinica del San Raffaele di Roma. Inoltre, ha aggiunto, le persone saranno pesate su apposite bilance che riescono a calcolare la quantità di grasso anche stando in posizione eretta".

Tutti i dati saranno raccolti garantendo l'anonimato, ha precisato il direttore del dipartimento del Farmaco dell'Iss, Stefano Vella. "E' la prima volta che si fa uno screening di tale estensione e soprattutto considerando l'obesità come fattore di rischio per altre patologie", ha dichiarato Giovanni Spera, professore di medicina interna dell'università Sapienza di Roma.

In realtà, non tutti gli accumuli di grasso possono essere nocivi per la salute. "Non sappiamo quante persone in sovrappeso sono effettivamente in pericolo, e la stima di questo dato sarà uno degli obiettivi del progetto", ha spiegato Saverio Cinti, presidente della Società Italiana dell'Obesità. Per avere informazioni sulle Coop che aderiscono al progetto sarà attivo dal 2 febbraio il numero verde 800.928892.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©