Cyber, scienza e gossip / Religione

Commenta Stampa

Sono arrivati 142 cardinali su un totale di 207

Primo giorno di congregazioni in vista del Conclave

Domani, ci sarà una sola riunione che inizierà alle 9:30

Primo giorno di congregazioni in vista del Conclave
04/03/2013, 21:57

CITTA' DEL VATICANO - Nel Vaticano si è conclusa la prima giornata di congregazioni generali in attesa del Conclave. Due riunioni, una di mattina e un'altra di pomeriggio, in cui i cardinali si sono confrontati in vista di un momento cruciale per la Chiesa. Poche parole pronunciano i cardinali all'uscita dall'Aula Paolo VI. "La preghiera è necessaria, preghiamo" è una delle poche testimonianze di questo momento di Sede Vacante. Qualcuno ha rivolto ai cronisti un "buon lavoro a tutti", così come ha fatto l'arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepe, mentre l'arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori ha esclamato: "In regalo solo un sorriso".
Il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi ha detto quanti porporati sono attualmente presenti a Roma. Sono 142 su un totale di 207, di cui 103 cardinali elettori, quindi sotto gli 80 anni. I cardinali che entreranno nella Cappella Sistina e potranno eleggere il nuovo Papa sono in tutto 117, ma il cardinale indonesiano Darmaatmadja ha già annunciato che non parteciperà al Conclave per motivi di salute, mentre lo scozzese Keith O'Brien ha fatto un passo indietro dopo le accuse di molestie sessuali nei confronti di alcuni sacerdoti. Dodici cardinali elettori devono ancora arrivare a Roma. Tra i 'ritardatari' ci sono tre connazionali di Ratzinger, Woelki di Berlino, Lehmann di Magonza e Meisner di Colonia e tre porporati europei, Nycz di Varsavia, Duka di Praga, Rouco Varela di Madrid, ma soprattutto cardinali che provengono da lontano, Vietnam, Hong Kong.
Il primo giorno di congregazioni è stato caratterizzato da adempimenti tecnici, tra cui il giuramento di mantenere il segreto sugli eventi del Conclave. E' stato anche deciso di inviare un messaggio al Papa emerito Benedetto XVI. Poi il predicatore della Casa Pontificia Raniero Cantalamessa ha aperto una riflessione spirituale in vista del Conclave. Dopo la meditazione, c'è stato spazio per libere riflessioni dei cardinali. Hanno preso la parola 13 porporati, ma c'è il riserbo totale sul contenuto degli interventi. Qualche cardinale, dopo le congregazioni, ha fatto sapere che non c'è fretta per accelerare i tempi del Conclave. Sicuramente nessuno dei cardinali, però, vorrà lasciare la Sede Vacante ancora per il 24 marzo, giorno di apertura della settimana santa.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©