Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

PRIMO INCONTRO PER "IO GUIDO SOBRIO"


PRIMO INCONTRO PER 'IO GUIDO SOBRIO'
20/01/2009, 11:01

Successo per il primo incontro sulla sicurezza stradale nelle scuole, grazie al progetto educativo alla guida sicura “Io Guido Sobrio”. Progetto promosso dall'Associazione "i Meridiani" con la collaborazione della Prefettura di Salerno, dell’ANAS SpA., dell’ACI, dell’Assessorato Provinciale ai Trasporti e del personale esperto del settore delle Asl territoriali e con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Salerno, dei Comuni di Salerno, Nocera Superiore e Battipaglia, dell’Esercito Italiano, dei Comandi Provinciali dell’Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Polizia Stradale, Vigili del Fuoco, Croce Rossa Italiana, Guardie Zoofile e dell’Associazione M.A.R.C.O.P.O.L.O. – Distretto Campania.

 
Il primo Incontro-dibattito con gli studenti delle Scuole Secondarie di primo e secondo grado del territorio salernitano si è svolto oggi nella Città di Nocera Superiore, presso la Biblioteca Comunale. Il programma ha previsto i saluti di: Alfonso Giarletta, Presidente dell’Associazione “i Meridiani; Franco Ricciardi, SubCommissario Straordinario del Comune di Nocera Superiore, Pasquale D’Acunzi, Consigliere Provinciale ed Edmondo Cirielli, Presidente della Commissione della Difesa. Sono intervenuti: Claudio Aprea Responsabile del progetto autoformativo “Io Guido Sobrio”; Giovanni Vitolo Comandante della Polizia Municipale di Nocera Superiore; Candeloro De Marco, Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato, Marinella De Stefano, Referente per le scuole Agro Nocerino Sarnese e concluderà i lavori Rosa Zampetti Responsabile servizio adolescenti dell’Asl Sa 1. Ha moderato l’incontro Antonio Elia, addetto stampa dell’Associazione “i Meridiani” .
 
Il presidente de “i Meridiani” Alfonso Giarletta, ha spiegato: <<si è svolta con successo, la prima tappa della maratona sulla sicurezza. L'iniziativa, destinata agli studenti delle scuole della provincia a cui è stato distribuito l'intero programma, è stato creato anche un concorso di idee - attraverso l'uso dei diversi strumenti di comunicazione, anche quelli più innovativi - che si svilupperà su un sito web appositamente attivato (w)ioguidosobrio.it. Ricordo che al di là di questa tappa ci saranno anche quelle di Salerno, il 12 febbraio presso la Biblioteca Provinciale e quella di Battipaglia, il 19 febbraio presso il Centro Sociale. Il progetto, sarà di grande impatto comunicativo ed utilizzerà tecniche di diffusione e promozione dei messaggi innovative ed efficaci, fra cui l’interazione dei ragazzi con la Tv di Mukko Pallino e con Dario Nuzzo>>.
 
L’onorevole Edmondo Cirielli, Presidente della Commissione della Difesa, ha sottolineato: <<sicurezza, prevenzione, informazione sono i modelli da far seguire ai giovani per guidare sobri e dire: no all’alcool e alle droghe. Iniziative come questa, servono per far capire che non servono solo le sanzioni ma occorre appunto discutere e prevenire il più possibile. Ben vengano pertanto progetti come Io Guido Sobrio>>.
 
Il consigliere provinciale Pasquale D’Acunzi: <<dobbiamo aumentare il valore della vita, maggiori responsabilità di noi adulti e delle istituzioni, su temi come quello della guida senza aver bevuto. Si al divertimento ma non all’alcool e agli eccessi. Incontri come Io Guido Sobrio sono importanti e servono proprio ad informare e prevenire>>
 
Il dott. Franco Ricciardi,SubCommissario Straordinario del Comune di Nocera Superiore:<<siamo sempre pronti ad ospitare questo tipo di interventi che sensibilizzazioni i giovani alla guida sobria>>.
 
Il dott. Giovanni Vitolo Comandante della Polizia Municipale di Nocera Superiore: <<le sanzioni ed i controlli sono importanti, servono come deterrente, ma la prevenzione, attraverso convegni, progetti, come Io Guido Sobrio, sono davvero determinanti per debellare la guida sotto l’effetto di alcool. Abbiamo dati che purtroppo ci dicono che ci sono stati troppi decessi per questo motivo, ma il trend sta cambiando e tutti insieme possiamo riuscire nell’impresa>>.
 
Il dott. Candeloro De Marco, Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato, ha messo in evidenza: <<siamo sempre vicini a questo tipo di iniziative e anche Noi come Corpo, puntiamo molto sulla prevenzione.Invitiamo a contattare il numero 1515>>.
 
 
 
La professoressa Marinella De Stefano, Referente per le scuole Agro Nocerino Sarnese: <<ci stiamo impegnando insieme alla dottoressa Fasanino e all’associazione I Meridiani, per sensibilizzare questo tema di fondamentale importanza in tutte le scuole. Iniziative del genere servono per informare i giovane sui rischi dell’alcool>>. 
 
 
La dottoressa, Rosa Zampetti Responsabile servizio adolescenti dell’Asl Sa 1, ha concluso gli interventi: <<i dati parlano chiaro: il 60 % degli incidenti per guida sotto effetto di alcool si registrano in ragazzi fino a 30 anni di età. La maggioranza maschi. Devo però anche sottolineare che grazie a queste iniziative di sensibilizzazione, svolte negli anni, gli incidenti mortali sono diminuiti. Quelli stradali in generale pure, con un dato interessate – 27%. Dobbiamo quindi parlare sempre più dei problemi provocati dall’abuso di alcool e delle altre sostanze psico attive che provocano problemi quando guidiamo>>.
 
“Io Guido Sobrio” si concluderà con una kermesse finale il 7 ed 8 marzo presso il Centro Sociale di Salerno che prevede convegni, dibattiti, incontri con esperti del settore e studenti oltre alla premiazione di materiale informatico per il miglior video ed il disegno più bello pervenuti all’associazione entro il 25 febbraio, valutati da una giuria qualificata.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©