Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Italiano salva la vita ad un uomo con tumote avanza

Primo trapianto trachea sintetica: Successo tutto Italiano

Al paziente era stato pronosticata un amorte sucura

Primo trapianto trachea sintetica: Successo tutto Italiano
08/07/2011, 14:07

Grande soddisfazione per l’Italia in campo medico. Il merito del primo trapianto di Trachea sintetica mai eseguito prima e con esito positivo si deve al medico italiano Paolo Macchiarini. Un nome questo già note nell’ambito medico. Qualche hanno prima Macchiarini si era distinto per aver eseguito il primo trapianto di trachea ma questa volta si è spinto oltre e ha voluto tentare un’operazione mai provata prima e contro l’opinione degli altri medici.
È stato , Andemariam Teklesenbet Beyene dell'Eritrea, il paziente che ha affidato la propria vita nelle mani del chirurgo Italiano. I medici, un mese fa, gli avevano pronosticato un tumore alla trachea in stato avanzato che lo avrebbe portato ad una morte sicura. Sembrava non ci fossero altre vie di salvezza per Beyene.I medici erano statti chiari nel dire che non sarebbe stato possibile asportare il tumore perché troppo grande tantomeno aspettare un donatore perché il tumore era già ad uno stadio troppo avanzato.
È stato allora che al prof Macchiarini, docente presso il Karoliska University Hospital di Stoccolma, ha deciso di tentare il trapianto con un organo sintetico. Una proposta da subito bocciata: "Era stato rifiutato da tutti i chirurghi", ha riferito il Professore ad un giornalista.
La sua determinazione e convinzione lo hanno spinto a procedere ugualmente. L’intervento è durato 14 ore e le cellule staminali che sono state usate per coltivare le cellule sulla trachea sintetica sono state prelevate dall'anca di Beyen .I risultati si sono visti da subito, l'organo è stato ben accettata dal paziente che in questo modo non ha dovuto sottoporsi ad una cura immunosoppressiva, terapia che invece sarebbe stata obbligatoria se l’organo gli fosse stato dato da un donatore.
Andemariam Teklesenbet Beyene dell'Eritrea uscirà domani dall’ospedale .
Dopo questo grande successo che annuncia il buon esito del primo trapianto di organo sintetico, generato in un laboratorio da un polimero spugnoso , il Chirurgo Italiano ha intenzione di salvare ancora altre vite e in particolare quella di un bambino Koreano nato con una grave malformazione alla trachea.
Il merito della riuscita dell’operazione va anche alla compagna di Mcchiarini, l’creatrice della Trachea sintetica.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©