Cyber, scienza e gossip / Sesso

Commenta Stampa

Sesso

Problemi erezione? Donne chiedono pillola per compagni

Cresce richiesta Tradamix, 25mila confezioni in tutta Italia

Problemi erezione? Donne chiedono pillola per compagni
23/12/2010, 13:12


NAPOLI - Problemi di coppia? Sono spesso le donne che chiedono aiuto per superare gli ostacoli ai rapporti sessuali e risolvere i problemi di erezione dei loro compagni, soprattutto se hanno superato gli 'anta'. Le signore, però, chiedono rimedi naturali, non farmaci sintetici. Forse anche in quest'ottica si spiega la forte richiesta delle pillola rossa, il Tradamix, tonico energizzante anti-aging, entrato in commercio la scorsa estate e frutto di studi condotti dall'Università di Napoli Federico II e per il quale, in tutta Italia, sono oltre 25mila le confezioni richieste. "Sempre più spesso mi ritrovo a dare consigli alle mie pazienti su come risolvere i problemi di erezione dei loro compagni - dice Gianfranco Merlino, ginecologo e docente della Seconda Università di Napoli - Si tratta, per lo più, di donne i cui partner sono un po' 'pigri' e che hanno superato gli 'anta' e per loro, le signore chiedono rimedi naturali più che farmaci sintetici che possono interferire con altri medicinali". Ed è qui che entra in gioco il Tradamix, una capsula i cui componenti sono sostanze estrattive naturali e non di sintesi che non hanno fatto segnalare effetti collaterali e che rendono il prodotto efficace sia nel recupero progressivo del desiderio e della funzione erettiva sia nella prevenzione dei processi fibrotici del corpo carvernoso legati all'invecchiamento. Compatibile con altri farmaci, la pillola rossa è un 'anti-aging' sessuale con azione progressiva. "Spesso si tratta di persone che assumono già altri farmaci- aggiunge Merlino - e per questo io suggerisco di utilizzare medicinali il più naturale possibile, prescirvendo il Tradamix. I risultati ottenuti dalle signore che hanno proposto questo farmaco ai loro compagni confermano che queste capsule rosse, assunte ogni 12 ore per almeno un paio di mesi, soddisfano le aspettative senza creare superuomini e mantenendo i giusti equilibri di coppia". Il farmaco ritarda l'invecchiamento dei corpi cavernosi del pene e svolge un'azione di sostegno della funzione sessuale. "Qualche anno fa sembrava una cosa strana, se non impossibile - conclude Merlino - ma ora anche noi ginecologi siamo invitati dalle pazienti a indicare per i loro compagni prodotti quanto più naturali possibile per non alterare il naturale equilibrio di coppia".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©