Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Fenomeno chiamato “Sexting”, molto diffuso tra i giovani

Pubblicava foto hard delle compagne: indagato un 14enne


Pubblicava foto hard delle compagne: indagato un 14enne
13/01/2012, 11:01

CATANIA – Pubblicava sul web le foto hard delle sue compagne di scuola e per questo ora è indagato. Autore di questo triste gesto è un ragazzino quattordicenne: la polizia postale di Catania ha individuato un sito italiano, sul quale erano visibili foto di ragazze adolescenti, ritratte nude e in alcuni casi in atti di autoerotismo. Dopo aver immediatamente rimosso le pagine internet, la polizia, coordinata dalla locale Procura distrettuale etnea, ha effettuato accertanti tecnici che hanno permesso di risalire al responsabile. Solo così si è scoperto che l’autore era un ragazzino quattordicenne, compagno di scuola delle ragazzine immortalate nelle foto.
La Procura distrettuale ha trasmesso gli atti processuali alla competente procura per i minorenni con sede nel nord Italia. Le immagini sembrano essere state fatte dalle stesse minori con la fotocamera dei telefoni cellulari. L’adolescente indagato aveva utilizzato la connessione internet della biblioteca comunale per realizzare il sito, sperando in questo modo di non essere identificato. Il fatto sembrerebbe essere riconducibile a un fenomeno già conosciuto dalla polizia postale, chiamato “sexting” (sex e texting) neologismo che indica l’invio di immagini sessualmente esplicite o di testi inerenti al sesso attraverso i mezzi informatici. Oggi il “sexting” è “purtroppo, molto diffuso fra i giovani - spiegano gli investigatori informatici - uno scambio di foto e video a sfondo sessuale, spesso realizzate con il cellulare, e la loro pubblicazione su internet”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©