Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Raduno Abarth a “My Special Car Show 2011” di Rimini


Raduno Abarth a “My Special Car Show 2011” di Rimini
25/04/2011, 19:04

Abarth partecipa alla nona edizione di "My Special Car Show", il Salone dell'Auto Speciale e Sportiva, in programma a Rimini Fiera dal 1 al 3 aprile. Per l'occasione è stato organizzato un raduno dedicato agli "Abarthisti" e, come lo scorso anno, l'ingresso della Hall Sud di Rimini Fiera sarà affollato dalle numerose Abarth provenienti da ogni parte d'Italia.


Tanti gli iscritti, in larga maggioranza giovani, che potranno vivere tre giorni emozionanti e coinvolgenti nei quali condividere la propria passione e conoscere da vicino il modo dell'elaborazione e dell'empowerment Abarth. Inoltre, all'esterno dell'area espositiva è stata allestita una pista dove alcuni fortunati visitatori potranno provare l'emozione di un giro accanto a un pilota della Squadra Corse sulla Abarth 500 Rally.


Sullo stesso circuito del "My Special Car Show 2011" il pubblico potrà salire a bordo delle vetture elaborate con il kit "esseesse" che mostrano perfettamente lo spirito dell'elaborazione Abarth, fatta di sostanza ed estetica misurata: infatti, coerentemente con la tradizione del marchio e con la richiesta del mercato, le Abarth sono un mix di look sportivo ma elegante, oltre che sintesi di esperienza di guida sicura abbinata ad eccellenti prestazioni sportive.


Su Abarth 500 l'elaborazione del kit "esseesse Abarth Koni" interviene sul motore 1.4 16v Turbo T-Jet incrementando la potenza massima a 160 CV (117KW). In modalità "Sport", la coppia massima raggiunge i 230 Nm a 3000 g/min, con performance da vera sportiva: la velocità massima è di 211 km/h con un'accelerazione da 0-100 km/h in appena 7,4 secondi. Anche su Abarth 500C il kit "esseesse Abarth Koni" trasforma la convertibile in una vera sportiva "a cielo aperto": 160 CV di potenza (117 kw), coppia massima 230 Nm, velocità massima di 209 km/h e un'accelerazione da 0-100 km/h in appena 7,6 secondi.


Da sottolineare che il kit "esseesse Koni" non è solo prestazioni ma punta a rendere l'esperienza di guida unica anche in termini di handling, comfort e soprattutto sicurezza. Un esempio? L'adozione degli ammortizzatori "Abarth Koni", nati dalla collaborazione con l'azienda Koni leader mondiale nella produzione di sistemi di sospensioni per auto sportive. Grazie alla tecnologia FSD (Frequency Selective Damping) questi ammortizzatori garantiscono la miglior tenuta di strada della vettura adattandola allo stile di guida del conducente.


La tenuta di strada si completa con la scelta di un cerchio in lega da 17" con design Abarth "esseesse". I cerchi 7" x 17" ET35 possono essere verniciati in colore bianco o titanio e sono abbinati a pneumatici Michelin 205/40 ZR17.
Altro elemento di sicurezza è rappresentato dal potenziamento dell'impianto frenante con l'adozione di freni a disco anteriori forati e ventilati (284mm x 22mm), freni a disco posteriori forati (240mm x 11mm) e pastiglie freni anteriori ad alte prestazioni.
Non ultimo, con il kit "esseesse Koni" i tecnici Abarth sono riusciti a mantenere l'omologazione Euro 5 ed emissioni di CO2 pari a 155 g/km per Abarth 500 e 151 g/km per Abarth 500C.


Gli stessi vantaggi descritti per kit "esseesse Koni" di Abarth 500 e 500C si ritrovano nel kit "esseesse Koni" specifico per il modello Abarth Punto Evo che assicura un incremento di potenza a 180 CV con una coppia massima di 270 Nm a 3.000 g/min; una velocità massima di 216 km/h; un'accelerazione da 0 -100 km/h in 7,5 secondi; un migliore handling con gli ammortizzatori Koni con valvola FSD.


Inoltre, rispetto a all'elaborazione "esseesse Koni" di Abarth 500 e 500C, il kit dedicato alla Abarth Punto Evo aggiunge l'impianto frenante anteriore con dischi flottanti di derivazione "Abarth 695 Tributo Ferrari". In dettaglio, il sistema frenante flottante Abarth Brembo ha il vantaggio di riallineare la pastiglia con la fascia frenante del disco e, grazie alla specifica foratura, di dissipare più velocemente il calore. Il risultato finale è un sensibile miglioramento del potere frenante della vettura e quindi una riduzione dello spazio di arresto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©