Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

REGIONE CAMPANIA: ECCO IL SITO DEL CAPO DELL'OPPOSIZIONE AL CONSIGLIO REGIONALE


REGIONE CAMPANIA: ECCO IL SITO DEL CAPO DELL'OPPOSIZIONE AL CONSIGLIO REGIONALE
08/07/2008, 14:07

 

Chi desideri sapere in presa diretta cosa fa l’opposizione nel Consiglio Regionale della Campania, non ha che da  collegarsi al sito web. www.capodellopposizione.it., che sarà ufficialmente presentato alla stampa, martedì prossimo 15 luglio alle ore 11.00. Nelle sue pagine, però, non ci sarà spazio soltanto per le notizie, i comunicati e le iniziative che hanno come obiettivo la Regione, ma anche per ciò che avviene al di fuori del “palazzo” del centro direzionale e di quello di Santa Lucia. Questo, perché, come sottolinea Francesco D’Ercole,  rappresentante del centrodestra nel Consiglio regionale, che ha voluto questo sito, “da un lato, eravamo stanchi di vedere costantemente sottovalutato il durissimo e difficile lavoro da noi svolto nell’ambito istituzionale e, dall’altro, abbiamo ritenuto opportuno aprire la casa del Pdl in Regione, a quanti hanno la sincera volontà di confrontarsi. Siamo convinti che tutti possiedono un patrimonio di idee da mettere a disposizione degli altri per costruire il futuro, possibilmente depurato dagli errori del presente, ma sempre saldamente ancorato sulle fondamenta dei valori che hanno caratterizzato la nostra storia, la nostra civiltà, i nostri più profondi sentimenti. Ecco perché, abbiamo voluto un sito interattivo, aperto al dialogo con i cittadini dai quali ci attendiamo iniziative,  proposte ed idee, capaci di fare in modo che quel “costruiamo insieme la Campania di domani” che chiude la pagina di apertura del sito, non resti soltanto uno slogan, ma si trasformi in realtà”. “Di questo sito – ha aggiunto, Mimmo Della Corte, che ne curerà l’aspetto giornalistico – vogliamo fare un vero e proprio organo d’informazione online che guardi all’interno del “palazzo”, ma vada anche oltre. Si batta contro il bassolinismo, ne denunci errori, sprechi, scandali ed arroganze, ma non perda di vista il rischio, non secondario, che alla fine Bassolino vada via ed il bassolinismo rimanga. Per costruire il futuro di questa regione è indispensabile che Bassolino e bassolinismo escano di scena nello stesso momento. Il prima possibile, cedendo il posto ad un’alternativa di governo che, anche in Campania, esiste  già ed è –  come dimostrato dai risultati ottenuti dalle amministrazioni locali a guida centrodestra -  quella rappresentata dal Popolo della Libertà. Risultati che noi cercheremo di mettere in luce, accendendo i riflettori sul territorio ed intervistando i primi cittadini, espressione del centrodestra”.
Intanto, sul primo numero, attualmente in rete, la notizia che su invito di D’Ercole, il ministro Brunetta sarà a Napoli in settembre per discutere di trasparenza e codice etico, nelle società partecipate; la richiesta all’assessore D’Antonio di chiarire in aula le motivazioni dell’ennesima ristrutturazione del debito regionale ed, infine, la notizia di cui tutti hanno taciuto ovvero che, stando alle statistiche (serie storiche) Istat, la Campania fra il 30 settembre 2007 ed il 30 marzo 2008 ha perso ben 119mila posti di lavoro. Altro che i 106mila dal 2004 ad oggi.      
 
Commenta Stampa
di Giancarlo Borriello
Riproduzione riservata ©