Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

RENAULT KANGOO BE BOP: UN CONCENTRATO DI SPAZIO E LUCE


RENAULT KANGOO BE BOP: UN CONCENTRATO DI SPAZIO E LUCE
30/09/2008, 15:09

Direttamente ispirata alla show-car Kangoo Compact Concept, Renault Kangoo be bop è l’ultima nata della famiglia Kangoo. Modello innovativo, si impone per la spiccata personalità, grazie alle dimensioni compatte (3,87 m), all’originale carrozzeria bicolore e ad ambienti interni esclusivi. Le ampie superfici vetrate ed i 4 comodi posti trasmettono un’immediata sensazione di spazio e luminosità. Modello di evasione per antonomasia, Renault Kangoo be bop si trasforma in auto scoperta grazie al tetto vetrato scorrevole posteriore e al lunotto a scomparsa. Anteriormente, l’auto dispone di due tetti in vetro apribili parzialmente, con un tetto in vetro fisso al centro.

In funzione delle tinte di carrozzeria, Renault Kangoo be bop potrà trasformarsi in versione “Fun” (tinta Arancio favilla) o “Chic” (tinta nero nacré o rosso papavero) per rispondere alle esigenze di una clientela che desidera liberarsi dai tradizionali codici automobilistici, interessata ad un’auto che esprime, senza ostentazioni, ottimismo e gioia di vivere.
 
Un’auto innovativa, direttamente inspirata ad una show-car
 
Renault Kangoo be bop nasce dall’interesse riscosso dalla show-car Kangoo Compact Concept in occasione della presentazione al Salone di Francoforte 2007. Auto compatta dedicata al tempo libero, dal design distintivo e dalla spiccata personalità, Kangoo Compact Concept ha dimostrato che è possibile proporre un modello atipico ad una clientela prevalentemente urbana, attiva, sportiva ma anche sensibile a valori di condivisione e convivialità. Oltre al design, il punto di forza del concetto risiedeva nelle ampie superfici vetrate e nelle inedite soluzioni di apertura del tetto che la rendevano un autentico “concentrato di spazio e luminosità”. I progettisti di Renault Kangoo be bop sono riusciti a proporre sull’auto di serie prestazioni che ricordano quelle della concept.
Renault Kangoo be bop adotta il frontale della famiglia Kangoo, con un cofano corto e proiettori a goccia d’acqua. L’ampio parabrezza spiovente assicura una grande luminosità all’abitacolo e favorisce la visibilità. Renault Kangoo be bop si distingue, tuttavia, da Kangoo per la compattezza – meno di 4 m – e per alcuni dettagli stilistici originali, tra cui le mascherine dei proiettori nere, paraurti specifici e cerchi in lega da 16 pollici. L’altezza libera dal suolo, rialzata di 20 mm rispetto a New Kangoo, e le modanature di protezione laterale le conferiscono un aspetto da “giramondo cittadina”, pronta per l’avventura. In linea con la concept-car, le sue linee espressive e robuste diventano più dinamiche grazie all’adozione di tinte bicolori di serie, con cofano, frontale del paraurti anteriore, retrovisori e fascia del portellone color “grigio siderale”, abbinato ad un’altra tinta sul resto della carrozzeria. Tra queste ultime, l’”Arancio favilla” si ispira direttamente a Kangoo Compact Concept.


 

Altra similitudine, la presenza di vetrature laterali semicircolari molto allungate che consentono di riconoscere Renault Kangoo Be bop al primo colpo d’occhio. Posteriormente, si ritrova l’ampio portellone, all’interno del quale il vetro può rientrare completamente: una funzione azionata dal posto di guida ma anche tramite pressione sul terzo pulsante della chiave di accensione che consente di accedere al vano bagagli senza sbloccare le porte né il portellone dell’auto. La chiusura del vetro è protetta da una funzione antipizzicamento delle dita.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©