Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Renault partner di unione Radiotaxi d’Italia nella sperimentazione di taxi elettrici con Zoe


Renault partner di unione Radiotaxi d’Italia nella sperimentazione di taxi elettrici con Zoe
17/12/2012, 14:00

Renault e l’Unione Radiotaxi d’Italia (URI) lanciano a Roma un inedito progetto sperimentale di taxi elettrici a zero emissioni. Regina dell’iniziativa, Renault ZOE, l’innovativa berlina compatta 100% elettrica in arrivo sul mercato nella primavera del 2013. Vantando ben 7 primati mondiali, ZOE rappresenterà la seconda generazione dei veicoli elettrici, aprendo un’inedita era per i taxi di nuova generazione, moderni, ecosostenibili ed economici nella gestione.

 Renault e l’URI (Unione dei Radiotaxi d’Italia) daranno il via, nella primavera del 2013, alla prima sperimentazione di taxi 100% elettrici in Italia. Protagonista dell’inedito progetto sperimentale che partirà da Roma, Renault ZOE, berlina compatta e versatile del segmento B, destinata a diventare un riferimento nel mercato dei veicoli elettrici grazie ai 7 primati mondiali che contraddistinguono ZOE ed al suo design dalle linee pure e affascinanti.

 Il progetto prevede l’introduzione di circa 20 Renault ZOE nella flotta taxi del 3570, la più grande cooperativa radiotaxi d’Europa, facente parte di URI, e s’inserisce nell’ambito del più ampio programma Via col verde, lanciato a luglio 2012, per un’evoluzione del servizio taxi verso una mobilità più sostenibile, con un modello di ricarica e gestione della flotta taxi eco sostenibile senza precedenti in Europa.

 Grazie ai 4,08 m di lunghezza e al propulsore elettrico da 65 kW (220 Nm di coppia), ZOE si muove agilmente e con la massima silenziosità nel traffico cittadino. La sua tecnologia d’eccellenza le permette di essere un concentrato di avanzate innovazioni ad un prezzo competitivo:

-          il valore di autonomia media più elevato fra i modelli elettrici di grande serie, pari a 210 km (in ciclo NEDC), compatibile con le percorrenze dei taxi a Roma che nell’80% dei casi non superano i 150 km al giorno.

-          il sistema Range OptimiZEr per l’ottimizzazione dei consumi energetici, un sistema che raggruppa tre innovazioni fondamentali: frenata recuperativa di nuova generazione per captare quasi tutta l’energia dissipata durante una frenata, pompa di calore per un eccellente comfort termico che preservi al tempo stesso l’autonomia del veicolo, e gli inediti pneumatici MICHELIN EnergyTM E-V ad elevata efficacia energetica. Il Range OptimiZEr permette un aumento dell’autonomia reale del veicolo del 25% e un’attenuazione della variabilità connessa a fattori, quali velocità, tipologia del percorso e temperatura esterna.

-          il connettore a bordo auto Chameleon brevettato da Renault, compatibile con qualunque livello di potenzaper ricaricare l’auto anche a 43 kW in soli 30 minuti, o a 22 kW in un’ora.

-          il tablet multimediale R-Link, il nuovissimo sistema multimediale integrato e connesso di Renault. R-Link comprende un ampio touch-screen da 7’’, comandi al volante e riconoscimento vocale, che consentono di gestire tutto senza distogliere lo sguardo dalla strada. Ma soprattutto, iI sistema presenta una connettività integrata, cioè la possibilità di usufruire di servizi automobilistici e applicazioni disponibili tramite R-Link Store e di nuove funzioni  utili alla gestione dell’autonomia: statistica del consumo energetico, visualizzazione dei flussi di energia e programmazione della ricarica. Anche il navigatore propone servizi specifici, quali il raggio di autonomia, la proposta della soluzione più efficiente per il proprio tragitto o la localizzazione delle colonnine di ricarica, completata dall’indicazione della loro disponibilità – colonnina libera o occupata. Inoltre, R-Link consente al conducente di visualizzare le proprie performance di eco-guida e di migliorare, grazie all’eco-scoring e agli eco-consigli (generici e dedicati al conducente).

 Unione Radiotaxi d’Italia in accordo con Renault svilupperà programmi dedicati di formazione e training agli “eco tassisti” grazie alla collaborazione con il Master in Eco mobilità dell’ Università LUISS e con Telecom Italia. Formazione e sperimentazione dell’ Eco mobilità nella categoria del trasporto pubblico Taxi, con un auto elettrica già leader al suo lancio nel settore, pronta ad accettare la sfida dei tassisti romani di 3570, che tutti i giorni percorrono oltre 500.000 chilometri per le strade della Capitale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©