Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Ne circolano da tempo, anche su altri esponenti politici

Renzi su Facebook contro la bufala sulla inesistente "cugina"


Renzi su Facebook contro la bufala sulla inesistente 'cugina'
23/02/2018, 17:42

Ancora una volta, vengono diffuse sui social network le solite bufale contro quetso o quel politico di centrosinistra. Ma questa volta Matteo Renzi, che ne è vittima, non resta in silenzio. Ha pubblicato la foto allegata e ha così commentato su Facebook: "Questa immagine sta girando in rete in modo impressionante. Ovviamente è una bufala galattica, una delle tante falsità che hanno appiccicato addosso negli ultimi anni. Eppure oltre quarantamila cittadini l'hanno già condivisa e rilanciata: più di quanti comprano Il Fatto Quotidiano, per intendersi. E ha avuto centinaia di migliaia di visualizzazioni. Perché?Perché c'è un'organizzazione sotterranea che scommette sulla propaganda e la mistificazione. Ormai è sempre più evidente. Oggi ne parla IL FOGLIO, qualche giorno fa ne ha scritto LA STAMPA, ma altri media tradizionali fingono di non cogliere l'importanza di questa industria del falso. È incredibile quanto questi lestofanti provino a influenzare non solo la campagna elettorale ma anche la vita quotidiana: pensate a quanto sono diventate virali le polemiche contro i vaccini o contro la mammografia o contro la scienza. Abbiamo scelto di combattere la propaganda con leggerezza e concretezza. Ci attaccano sui sacchetti biodegradabili, sui Rolex, sugli aerei di stato perché quando si va sull'elenco delle cose fatte e su quelle da fare non c'è partita. Lasciamo stare le finte cugine commesse al Senato, allora. E nell'ultima settimana, a testa alta, spieghiamo la differenza tra chi vive di Fake news e chi ha idee per l'Italia. Avanti insieme, amici. Buona giornata a tutti".

Non è la prima volta che escono bufale simili, con inesistenti parenti di Renzi, della Boldrini o di Gentiloni assunti a cifre stratosferiche in posti pubblici. Tanto che c'è stato anche chi ha sfottuto quelli che diffondono queste bufale, con link simili ma riguardanti l'altrettanto inesistente cane della Boldrini o cose del genere. 

Il problema purtroppo è serio, in questo Renzi ha ragione. Ormai sui social network viaggino esclusivamente bufale. E anche quando non sono così pesanti, sono comunque deleterie.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©