Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Ridley Scott: “vorrei vivere a Roma”


Ridley Scott: “vorrei vivere a Roma”
24/04/2013, 13:12

Ridley Scott stregato da Roma, vorrebbe vivere vicino al Colosseo oppure su uno dei celebri Sette Colli. Manie da vip? Forse, fatto sta che il regista americano, impegnato in queste settimane, come riporta il Daily Mail, nella Capitale proprio per le riprese di The Vatican, la nuova mini-serie di Showtime ambientata in Vaticano, è stato sedotto dal fascino della Città Eterna al punto che avrebbe espresso il desiderio di viverci. Secondo i bloggers alimentati in questi giorni di set fra le strade romane, il padre di pellicole di culto come AlienBlade Runner eThelma & Louiseavrebbe espresso il desiderio di comprarvi casa e per questo starebbe infatti cercando un appartamento in uno degli storici palazzi che circondano le antiche rovine romane, culla dell’antica civiltà romana omaggiata ne Il Gladiatore: “I Fori Imperiali, il Colosseo e i colli - avrebbe ammesso con i suoi collaboratori italiani - sono posti magici, con viste incredibili e un ambiente in fermento, viverci sarebbe proprio  un sogno”.

 Ridley Scott e il suo staff di produzione e artistico saranno presenti a Roma ancora per le prossime tre settimane per ultimare le riprese dell’episodio pilota della serie. Il progetto, che racconta la vita di un arcivescovo di New York, il cardinale Thomas Duff, interpretato da Kyle Chandler, intende svelate i segreti e le lotte politiche, nonché di potere del Vaticano. Le prime riprese di The Vatican si sono tenute in Piazza Pio XII, di fronte alla Basilica di San Pietro, mentre le prossime tappe saranno al Palazzo di Giustizia e a Vie Veneto: non ci sarà quindi alcuna scena registrata su suolo vaticano.

 Ma Ridley Scott è solo l’ultimo di una lunga lista dei registi americani sedotti dal fascino e dalla storia della Città Eterna. Solo un anno fa il newyorchese doc Woody Allen si lasciò andare ad una vera e propria dichiarazione d’amore per Roma in occasione della presentazione del suo To Rome with Love, la pellicola interamente girata nella Capitale con Alec Baldwin, Penelope Cruz e Roberto Benigni: “Per un regista – disse durante la presentazione del film in Italia - girare in una città come Roma è un dono: non c'è nessuna città così, neanche in Europa, e per noi americani rappresenta un luogo assolutamente esotico, dai colori al modo di vivere”. 

Non è stato da meno il regista e sceneggiatore premio Oscar Paul Haggis, che proprio nella Capitale ha girato e ambientato parte della sua ultima fatica, Third Person, la pellicola che sbarcherà nelle sale italiane nel 2014 e che racconta le storie di tre coppie che vivono in tre città diverse: New York, Parigi e Roma appunto. Per preparare al meglio il suo ultimo lavoro lo sceneggiatore di Million Dollar Baby e Casino Royal ha trascorso nella Città Eterna gli ultimi sei mesi del 2012, confondendosi tra i turisti a passeggio nelle vie del centro in cerca di ispirazione: “Sono arrivato a Roma a giugno – dichiarò - e ci starò fino a dicembre. Vivrò in Italia 6 mesi ma un giorno mi piacerebbe trasferirmi: è un posto meraviglioso”.

 Alle prese con l’accento e l’ironia romana anche Tom Cruise, la star di Mission Impossible, che ambientò nella Capitale alcune scene cult del terzo episodio della saga. “Tornare a Roma è bellissimo – disse durante la presentazione romana del film - girare qui è stato fantastico, ci siamo divertiti moltissimo. Qui abbiamo girato la prima scena, è stato il primo giorno di set con J. J. Abrams. È stato anche divertente girare parlando italiano con accento romanesco.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©