Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Rifiuti. Verdi: occupato comune Boscoreale


Rifiuti. Verdi: occupato comune Boscoreale
19/02/2011, 11:02

"E' stato occupato il comune di Boscoreale - racconta il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli - nell'ambito delle proteste contro la discarica di Terzigno: i comitati continuano a chiedere la chiusura e la bonifica di cava SARI, che nonostante abbia raggiunto da tempo la saturazione continua ad accogliere rifiuti indifferenziati innalzandosi a mò di panettone mentre il nuovo piano regionale fa acqua da tutte le parti".

"Vogliamo - dichiara il responsabile provinciale dei Giovani Verdi di Terzigno e Boscoreale Francesco Servino - le dimissioni del sindaco Gennaro Langella. Qualche giorno fa lo stesso sindaco si diceva soddisfatto del confronto intrattenuto con i comitati del Parco del Vesuvio e con le Mamme Vulcaniche, ma evidentemente le sue proposte non sono state ritenute accettabili. Lunedì mattina è in programma una nuova riunione durante la quale i comitati boschesi presenteranno al sindaco un documento strategico operativo da sottoporre all'attenzione dei primi cittadini dei diciotto comuni vesuviani della zona rossa". "Intanto - continua Servino - i consiglieri comunali di opposizione continuano a chiedere chiarezza per quanto riguarda la gestione tecnica, amministrativa e del personale di "Ambiente Reale", l'Azienda speciale municipalizzata che si occupa della raccolta rifiuti nella città, ma Langella continua a sottrarsi al confronto. Proseguono anche altre iniziative di mobilitazione territoriale : oggi gli alunni dell'Istituto Comprensivo di Striano della Scuola Superiore di Primo Grado, nell'ambito del progetto di educazione e sensibilizzazione ambientale "Adotta un ecosistema - Vesuvio e non solo" saranno accompagnati dal professor Angelo Di Prisco in una escursione sul Vesuvio che metterà in evidenza diverse situazioni di inquinamento che devastano il Parco Nazionale".


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©