Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Un'ora avanti e si riducono i consumi energetici

Ritorna l'ora legale: Giornate più lunghe e grandi risparmi

Per il 2011 saranno risparmiati 85 milioni di euro

Ritorna l'ora legale: Giornate più lunghe e grandi risparmi
25/03/2011, 17:03

Ed ecco che si ritorna di nuovo all’ora legale. Lo spostamento delle lancette dell’orologio avanti di un’ora, che dovrà essere effettuato nella notte tra domani, 26 Marzo e il 27 alle ore 2, non vorrà solo dire perdere un’ora di sonno e allungare le nostre giornate primaverili.
Il cambio d’ora avrà un enorme riscontro sul consumo energetico. Sarà possibile grazie all’ora legare avere un enorme risparmio per tutta l’Italia. È stato calcolato che grazie a questo slittamento delle lancette, l’anno scorso l’Italia ha risparmiato ben 85 milioni di euro sulla bolletta energetica.
Questo deriva dal fatto che l’allungamento della giornata rapportato ai sette mesi della sua durata ha permesso di posticipare l’utilizzo della luce artificiale traducendosi nell’anno 2010 in un risparmio di 644,4 milioni di kilowattora (643 milioni di kWh il minor consumo del 2009), un valore pari al consumo medio annuo di elettricità di circa 215.000 famiglie.
L’ora legale del 2011 durerà fino al 30 Ottobre e secondo i calcoli effettuati dalla Terna, la società responsabile in Italia della gestione dei flussi di energia elettrica sulla rete ad alta tensione, saranno 646,6 i milioni di kilowattora che l’Italia riuscirà a risparmiare. Questo in termini di quantità di energia, ma se lo vogliamo rapportare in termini di costi vorrà dire un risparmio di 85 milioni di euro per l’anno 2011, stima effettuata consideranti che un kilowattora costa in media al cliente finale circa 13,5 centesimi di euro al netto delle imposte. Tutto questo si traduce anche in un enorme riduzione di emissione di CO2 nell’atmosfera ( circa 300mila tonnellate). Se volessimo fare un reso conto dei risparmi ottenuti dal 2004 ad oggi i risultati sarebebro questi:oltre 4,3 miliardi di kilowattora, 585 milairdi di euro e 2,4 milioni di tonnellate di anidride carbonica emessa.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©