Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Disponibile sotto licenza Epl 4 mesi prima del previsto

Rivoluzione Symbian: da oggi 100% open source


Rivoluzione Symbian: da oggi 100% open source
04/02/2010, 21:02

Fino ad oggi, la Sybian Foundation, era stata in pratica una cosa sola con la fortissima Nokia comunication. Gli accordi tra gli sviluppori del potente e pratico software e l'azienda norvegese sono stati di ferro fino a quando da Oslo non hanno ammiccato un po' troppe volte ad altri sistema operativi come quello proposto da Android.
Così, quelli della Symbian, hanno deciso di non stare a guardare e di lavorare per costruirsi una proprio indipendenza; strizzando a loro volta l'occhio a tutte le altre aziende produttrici di telefoni cellulari d'ultima generazione. Da oggi, infatti, il software divenuto famoso grazie alla Nokia è disponibile in open source tramite licenza Epl. In verità la nua politica di diffusione era già prevista nella sua concreta attuazione ma è stata definitivamente ed ufficilamente lanciata con ben 4 mesi d'anticipo. Ma cosa significa per la Symbian divenire open source? Letteralmente vuol dire "aprirsi" e cioè permettere a tutti gli altri sviluppatori di attingere dal lavoro di sviluppo software principale per proporre migliorie, innovazioni ed addirittura nuove feature.
Il tutto, ovviamente, senza più dover rispettare le limitanti leggi sulle proprietà intellettuali esclusive.
Una vera e propria rivoluzione per il mondo della telefonia e quindi degli smartphone; soprattutto se si considera che, quella Symbian, è la piattaforma più utilizzata al mondo per i dispositivi di questo tipo. Sono già disponibili sul sito web ufficiale tutti i "pakage" (108 in tutto) pensati per gli sviluppaturi e per tutti gli appassionati di applicazioni per la telefonia. Allo stesso indirizzo è possibile scaricare anche i pacchetti di sviluppo completo (Symbian Developer Kit) ed il kit di sviluppo di prodotto (Product Development Kit).
"Smanettoni" di tutto il mondo mettete il fazzoletto al collo e preparatevi: il piatto e servito ed il bello è che chiunque può servirsi.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©