Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Monito dell'Oms: non superare i 5 g al giorno

Sale: consumarne poco fa bene alla salute


.

Sale: consumarne poco fa bene alla salute
18/11/2010, 17:11

NAPOLI - Meno sale, più salute. Lo slogan che introduce il convegno organizzato dall’Arfacid nell’Aula Magna della Federico II di via Partenope parla chiaro: per migliorare le condizioni di vita occorre assumere una minore quantità di sale. Il monito è dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo cui gli italiani ne consumano circa 15 g al giorno, mentre la dose consigliata è appena di 5. In media, ben due terzi del sodio che ingeriamo vengono aggiunti o in cucina o in tavola e soltanto un terzo è presente abitualmente negli alimenti. Al sale che ingeriamo in maniera diretta, quindi, bisogna aggiungere quello “nascosto” nei cibi, che si lega ad altri elementi: dadi, dessert e bevande varie ne contengono grosse quantità. Il rischio principale è di sviluppare malattie cardiovascolari, di aumentare la pressione arteriosa e di andare incontro più facilmente ad un infarto.
Cosa fare dunque per ovviare alla mancanza di sale nelle pietanze? Semplice: introdurre nella dieta e nella preparazione dei piatti le erbe aromatiche. Queste, infatti, sono molto utili perché, “sprigionando” le proprie sostanze nell’organismo, contribuiscono a migliorare lo stato di benessere psico-fisico dell’individuo.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©