Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S


Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S
02/09/2011, 10:09

Audi S6 e S6 Avant
Carattere atletico, understatement e ricco equipaggiamento: Audi presenta i nuovi modelli S6 e S6 Avant. Entrambe sono auto sportive che soddisfano anche le esigenze di tutti i giorni, senza rinunce per quanto riguarda gli aspetti pratici. Il loro nuovo motore, un V8 biturbo con una cilindrata di quattro litri, coniuga grande forza e consumi ridotti.

Trazione
La S6 e la S6 Avant montano il nuovo 4.0 TFSI nella versione da 420 CV (309 kW). Da 1.400 a 5.300 giri questo otto cilindri a doppia sovralimentazione eroga una coppia costante di 550 Nm. Permette alla S6 di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi, e alla S6 Avant di toccare i 100 km/h in 4,9 secondi. La velocità massima di 250 km/h, limitata elettronicamente, viene facilmente raggiunta da entrambe le versioni.

Il 4.0 TFSI trasferisce il principio Audi del downsizing nel segmento delle vetture ad alte prestazioni. Rispetto al precedente V10 aspirato di 5,2 litri di cilindrata, rende possibili prestazioni di guida ancora più sportive, con una contestuale riduzione dei consumi fino al 25%. Il consumo medio della S6 è di appena 9,7 litri per 100 km; per la S6 Avant di 9,8 litri.

Questo eccellente risultato è frutto dell’impiego di molte tecnologie, fra cui il sistema di recupero dell’energia, la funzione Start&Stop e il sistema di gestione dei cilindri, detto anche “cylinder on demand”. Quando, nella fase di carico parziale, il V8 disattiva quattro cilindri, entra in funzione il sistema “active noise cancellation” (ANC). Quattro microfoni, installati nel sottocielo, registrano i rumori prodotti nell’abitacolo. Questi rumori vengono poi analizzati da un computer. Non appena viene rilevato un rumore fastidioso, vengono inviate delle apposite onde sonore capaci di contrastare il disturbo e di eliminarlo quasi completamente.

Indipendentemente da ciò, i supporti del motore a regolazione elettronica svolgono un’azione fonoassorbente, generando dei controimpulsi che smorzano le vibrazioni a bassa frequenza. Un sound actuator, dei diaframmi presenti nell’impianto di scarico, la copertura del motore e un volano bimassa a pendolo centrifugo di nuova concezione, posto nel cambio S tronic a sette rapporti, contribuiscono a rendere il suono del motore pieno e armonioso.


In fatto di trasmissione la S6 e la S6 Avant sfruttano tecnologie all’avanguardia. La coppia viene trasmessa in maniera fulminea dal cambio a sette marce S tronic. La trazione integrale permanente quattro sfrutta il differenziale centrale autobloccante e il “torque vectoring”. A richiesta Audi propone il differenziale sportivo che ripartisce le forze motrici in modo attivo tra le ruote posteriori.

Autotelaio

Le due nuove versioni S hanno di serie l’“adaptive air suspension” sport. Le sospensioni pneumatiche sportive, con regolazione variabile degli ammortizzatori, fanno sì che la carrozzeria presenti un ribassamento di dieci millimetri. L’“adaptive air suspension” assicura un handling estremamente preciso, senza per questo dover rinunciare al comfort. I potenti freni a disco, completamente autoventilanti, sfoggiano pinze verniciate in nero opaco con scritte “S6”. A richiesta Audi fornisce dischi in materiale carboceramico.

La S6 e la S6 Avant montano di serie cerchi in fusione di alluminio in uno specifico design a cinque razze. Sono in misura 8,5Jx19 e calzano pneumatici di dimensioni 255/40. In alternativa esistono altre sette varianti con diametro di 19” o 20”, quattro delle quali prodotte dalla quattro GmbH. Particolarmente esclusivi sono i cerchi da 20” a cinque bracci con design a rotore in look titanio.

Il sistema “Audi drive select”, di serie in entrambe le nuove versioni S, utilizza, fra l’altro, i diagrammi caratteristici dell’acceleratore, i punti di innesto dell’S tronic, il servosterzo elettromeccanico e i diagrammi caratteristici dell’“adaptive air suspension”. Il conducente ha la possibilità di scegliere fra cinque livelli diversi per il funzionamento di questi sistemi.

Anche il differenziale sportivo, optional, e lo sterzo dinamico, capace di variare la forza del servosterzo in funzione della velocità, possono essere integrati nel sistema.

Carrozzeria e design

Le carrozzerie giocano un ruolo importante per il dinamismo della Audi S6 e della S6 Avant: sono sorprendentemente leggere perché per circa il 20% sono realizzate in alluminio. La Audi S6 pesa solo 1.895 kg, la S6 Avant 1.950, molto meno delle loro dirette rivali.

La S6 è lunga 4.931 millimetri, ossia 16 millimetri più della A6. Per quanto riguarda la S6 Avant, che misura 4.634 millimetri, la differenza invece è di 8 millimetri. I due modelli sportivi si distinguono per una serie di dettagli che interessano il design. La calandra single-frame presenta applicazioni in alluminio, con doppie barre orizzontali cromate. Un altro listello decorativo cromato si trova sul paraurti anteriore. I gusci degli specchietti esterni sono in look alluminio e i sottoporta hanno una sagoma alquanto pronunciata.

La S6 berlina ha uno spoiler sul cofano del bagagliaio, la Avant sul tetto. In entrambe le versioni il diffusore sul paraurti posteriore è in grigio platino, con un bordo sporgente in look alluminio. I quattro terminali di scarico cromati sono di forma ellittica. Per le versioni S si può scegliere fra otto colori, fra cui le esclusive tonalità blu Estoril cristallo e argento prisma cristallo. Le scritte S6 e V8T fregiano le carrozzerie.



Interni

Anche gli interni della S6 e della S6 Avant sono all’insegna di un’eleganza sportiva. La chiave, il volante sportivo in pelle, con cuciture a contrasto e bilancieri in alluminio, e il quadro strumenti recano l’emblema S6. Le placche battitacco illuminate e i due display (MMI e sistema informativo del conducente) accolgono il conducente con la scritta S6. Il tasto start/stop è messo in risalto da un anello rosso; una placchetta di alluminio fregia la leva del cambio. Il poggiapiede è in acciaio inox, i pedali e i tasti del sistema MMI in look alluminio lucido.


Per le modanature sono disponibili quattro diversi materiali. L’alluminio spazzolato opaco è di serie; a richiesta le modanature possono essere in carbonio, frassino marrone naturale o quercia Beaufort stratificata. Per il sottocielo, la plancia, la moquette e i sedili il Cliente può scegliere fra tre colori: nero, argento luna o beige Goa (solo per i rivestimenti dei sedili). Il rivestimento standard è dato da un abbinamento di pelle nappa effetto perla e Alcantara. In alternativa si può ordinare la versione Milano o Valcona.

I sedili sportivi con supporto lombare a regolazione elettrica, le sedute con regolazione della profondità e gli emblemi “S” fanno parte dell’equipaggiamento di serie. Come optional Audi propone altre due versioni: i sedili comfort a regolazione elettrica con funzione Memory e i sedili sportivi S con appoggiatesta integrati e regolazione elettrica, anch’essi con impresso il logo “S”.

Equipaggiamenti

Le nuove Audi S6 e S6 Avant saranno in vendita nella primavera del 2012 con un ricco equipaggiamento di serie che comprende, fra l’altro, i fari xeno plus con all-weather lights, gruppi ottici posteriori in tecnologia LED, freno di parcheggio elettromeccanico e sistema informativo del conducente con display a colori. La radio MMI plus dispone di un’interfaccia Bluetooth, il sound system Audi di dieci altoparlanti.

Per i nuovi modelli S si possono avere tutti gli optional più esclusivi. Per esempio i fari in tecnologia LED, l’adaptive light, l’illuminazione soffusa, la chiave comfort, l’ head-up display, il sistema di controllo per il parcheggio plus con telecamera per vista aerea, la funzione di apertura elettrica del vano bagagli, a richiesta anche con comando a sensori, nonché i sedili comfort climatizzati e con funzione di massaggio. Per la S6 Avant, che vanta un bagagliaio di 1.680 litri, è proposto anche il tettuccio panoramico in vetro.

I sistemi di assistenza alla guida, caratterizzati da un alto livello di interazione, sono allo stato dell’arte. Si tratta di “Audi pre sense” in diversi livelli di completezza, “adaptive cruise control” con funzione Stop&Go, “Audi side assist”, “Audi active lane assist”, indicatore del limite di velocità e assistente alla visione notturna con visualizzazione dei pedoni rilevati.

Nella gamma dei sistemi infotainment la versione top è rappresentata dal sistema di navigazione MMI plus, dotato di un grande disco fisso, di un monitor a 8” e dell’innovativo sistema “MMI touch” per digitare i dati.
Questo sistema, che può essere abbinato al telefono veicolare Bluetooth online, permette di rendere disponibili a bordo speciali servizi Internet e collega le periferiche mobili tramite WLAN. L’advanced sound system Bang & Olufsen, con i suoi 15 altoparlanti, colpisce per il suono eccellente.

Audi S7 Sportback

La Audi S7 Sportback monta lo stesso motore delle S6 e la S6 Avant: il nuovo 4.0 TFSI 420 CV (309 kW) con 550 Nm di coppia. Questo V8 biturbo fa accelerare la coupé a cinque porte da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi. Arrivata a 250 km/h, la lancetta del tachimetro si ferma per effetto della limitazione elettronica. Per percorrere 100 km questo otto cilindri estremamente fluido, che nella fase di carico parziale sfrutta la tecnologia Audi “cylinder on demand”, si accontenta di soli 9,7 litri di carburante.

Gran parte di tale efficienza va attribuita alla leggerezza della carrozzeria. Realizzata con una struttura ibrida di alluminio, pesa circa il 15% in meno rispetto a una carrozzeria affine realizzata interamente in acciaio. Uno dei componenti alleggeriti è il lungo cofano posteriore, apribile elettricamente di serie, che permette di accedere a un vano bagagli di 535 litri, ampliabile a 1.390 litri reclinando lo schienale del divano posteriore.

Trasmissione e assetto

La Audi S7 Sportback monta il dinamico S tronic a sette rapporti e la trazione integrale permanente quattro, con un differenziale centrale autobloccante e il “torque vectoring”. Come optional Audi propone il differenziale sportivo, che ripartisce in modo variabile le forze di trazione tra le ruote posteriori.

Sulla S7 Sportback è di serie l’“adaptive air suspension” sport come pure il sistema di regolazione del comportamento dinamico “Audi drive select”. Dietro le ruote da 19” operano freni a disco completamente autoventilanti, con pinze in nero opaco; su quelle anteriori spicca la scritta S7. A richiesta si possono avere dischi in materiale carboceramico.

Altri optional sono costituiti dalle ruote da 19” o da 20” e dallo sterzo dinamico, capace di modulare la forza applicata dal servosterzo in funzione della velocità.

Carrozzeria e design

Il design della Audi S7 Sportback è puro e armonioso. Il lungo cofano del vano motore, il passo lungo e gli sbalzi ridotti della sagoma creano proporzioni perfette. La linea del tetto, bassa e dinamica, conferisce a questa cinque porte il carattere di una coupé. Alla velocità di 130 km/h dal cofano del vano bagagli fuoriesce uno spoiler che migliora la stabilità.

Dettagli sobri ma caratteristici sottolineano la posizione di prestigio che la S7 Sportback, lunga 4.980 millimetri, occupa all’interno della serie. Si trovano sulla calandra single-frame, sul paraurti anteriore, sugli specchietti esterni, sulle soglie, sul paraurti posteriore, sul diffusore e sui terminali di scarico. I colori a disposizione sono nove, fra cui le esclusive tonalità blu Estoril cristallo e argento prisma cristallo. Le scritte S e V8 T fregiano le carrozzerie.


Interni

Il carattere sportivo della S7 Sportback emerge anche negli interni. È percepibile in molti dettagli: gli emblemi “S”, l’anello rosso sul tasto start/stop, la scritta S7 nelle placche battitacco illuminate, il listello di alluminio sulla leva del cambio S tronic e i bilancieri in alluminio. Il poggiapiede e i pedali sono di acciaio inox, i tasti del sistema MMI in look alluminio.

Le modanature di serie sono in alluminio; a richiesta si può avere carbonio, radica di frassino marrone naturale o rovere stratificato Beaufort. I colori disponibili per il sottocielo, la plancia, la moquette e i sedili sono il nero, l’argento stella e il beige Goa (solo per i rivestimenti dei sedili).

Il rivestimento standard è dato da un abbinamento di pelle nappa effetto perla e Alcantara. In alternativa si può scegliere pelle Milano o Valcona.

Di serie la Audi S7 Sportback dispone di sedili sportivi S con regolazione della profondità della seduta e supporto lombare a regolazione elettrica. In alternativa sono disponibili sedili comfort e sedili normali. Sugli schienali dei sedili sportivi è impresso il logo “S”.

Equipaggiamenti

Le prime consegne della S7 Sportback sono previste per la primavera del 2012. Fra gli elementi di spicco dell’equipaggiamento di serie troviamo i fari xeno plus in tecnologia LED con luci diurne, il sistema informativo del conducente con display a colori e il polivalente sistema MMI Radio plus. Entrambi questi strumenti informativi sono di facile uso.

A richiesta, per la S7 Sportback sono disponibili i sistemi di assistenza alla guida e infotainment, compreso il telefono veicolare Bluetooth online con accesso a Internet.

Audi S8

La nuova Audi S8, sul mercato dalla primavera del 2012, è l’ammiraglia delle versioni S ed è una berlina di lusso imponente e potente. Il nuovo 4.0 TFSI eroga su questo modello non meno di 520 CV (382 kW) di potenza, da 1.700 a 5.500 giri scarica sull’albero motore una coppia costante di 650 Nm. Le prestazioni sono di alto livello: da 0 a 100 km/h occorrono appena 4,2 secondi, la velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h.

Ancora più sorprendenti sono i consumi di questo V8 biturbo dalle raffinate sonorità: per 100 km occorrono in media solo 10,2 litri, nettamente meno rispetto alle concorrenti dirette. Il V10 aspirato di 5,2 litri di cilindrata del modello precedente per percorrere 100 km richiedeva 13,2 litri di carburante. Pur ottenendo un incremento della potenza di 70 CV (51 kW), i consumi sono stati quindi ridotti di quasi il 23%.

Gli ottimi risultati della nuova Audi S8 sono frutto delle importanti tecnologie del sistema d’efficienza modulare Audi, come, per esempio, il sistema di recupero dell’energia e il sistema Start&Stop.
Un ruolo fondamentale gioca l’innovativa tecnologia “cylinder on demand” che nella fascia di carico parziale disattiva quattro degli otto cilindri: una funzione che si rivela particolarmente utile quando si viaggia a velocità moderata in autostrada. Una serie di accorgimenti volti a ridurre la rumorosità, fra cui l’“active noise cancellation” (ANC), neutralizza possibili rumori molesti e vibrazioni.

Anche il tiptronic a otto rapporti sulla S8 contribuisce a conciliare sportività ed efficienza. Utilizza il più possibile le marce alte a regimi di giri bassi, sempre pronto però a scalare con grande rapidità e facilità, non appena il conducente lo desidera. La forza motrice viene trasmessa alla trazione quattro, che al differenziale sportivo sul retrotreno abbina un differenziale centrale autobloccante. Ad andature sostenute la spinta viene dirottata prevalentemente sulla ruota esterna in curva, spingendo letteralmente questa grande berlina dentro la curva.

Autotelaio

Anche per quanto concerne l’autotelaio, la nuova Audi S8 si dimostra una vettura molto completa. Di serie sono le “adaptive air suspension”, sospensioni pneumatiche con regolazione variabile degli ammortizzatori che consentono di scegliere per l’assetto tre differenti livelli di altezza dal suolo e si coniugano perfettamente con lo sterzo dinamico, anch’esso di serie, il quale adegua in funzione della velocità la forza applicata dal servosterzo. In condizioni limite in curva, stabilizza il comportamento di marcia, intervenendo con impulsi sterzanti quasi impercettibili.

Il sistema di regolazione del comportamento dinamico “Audi drive select” integra questi due sistemi con il sistema di gestione del motore, il tiptronic a otto rapporti e il differenziale sportivo. Il conducente può decidere come devono funzionare questi componenti, scegliendo una delle seguenti modalità: comfort, auto, dynamic, individual ed efficiency.

I cerchi S di serie sono in misura 9Jx20, gli pneumatici hanno dimensioni 265/40. Sono disponibili altri cinque modelli di cerchi, di cui quattro da 21”. I quattro freni a disco autoventilanti hanno un diametro di 400 millimetri davanti e di 365 millimetri dietro. Sulle pinze anteriori in nero opaco spiccano le scritte “S8”. In alternativa si possono montare dischi in materiale carboceramico, ognuno dei quali ha un peso minore di oltre cinque chili rispetto a quelli normali, con pinze in colore grigio antracite. Il programma elettronico di stabilizzazione (ESP) dispone di una modalità sportiva, nella quale la potenza del motore è determinata esclusivamente dalla posizione del pedale dell’acceleratore.

Carrozzeria e design

L’asso nella manica della S8 è rappresentato dal peso di 1.975 chili, decisamente basso rispetto a vetture di pari categoria. La carrozzeria di questa berlina di lusso è un prodotto della tecnologia ASF (Audi Space Frame) ed è quasi completamente in alluminio. Solo i montanti centrali sono in acciaio ultraresistente. La scocca pesa appena 231 chili. Se avesse una struttura tradizionale in acciaio peserebbe circa 100 chili di più. Grazie allo sviluppo della tecnologia per la realizzazione di strutture ultraleggere gli ingegneri Audi sono in grado di ottenere riduzioni di peso anche in altri campi come, ad esempio, nell’autotelaio.


Piccoli ma significativi dettagli di design sottolineano la posizione del tutto speciale che la S8, con i suoi 5,15 metri di lunghezza, occupa in seno alla famiglia dei modelli Audi. La calandra single-frame è in grigio platino, con otto doppie barre cromate. Un profilo a lama in look alluminio fa apparire il paraurti più spigoloso. Le prese d’aria laterali sono coperte da lamelle nere lucide e listelli in look alluminio.

Sulle fiancate balzano all’occhio i listelli in tinta sulle soglie, le maniglie con listelli di alluminio e gli specchietti con gusci in look alluminio lucido. Il diffusore sulla parte posteriore presenta un blade in look alluminio a doppio strato, con parti sporgenti in grigio platino. L’impianto di scarico sfocia in due terminali doppi cromati di forma ovale.

Sul frontale, sulla coda e sulle fiancate sono applicate le scritte “S8” e “V8 T”. Nel campionario dei colori, formato da 13 tonalità, le esclusive vernici grigio Daytona e argento prisma sono riservate alla S8.

Interni

Gli interni affascinano per la qualità delle finiture, degne della migliore lavorazione artigianale, e per i dettagli di grande effetto estetico. I sedili comfort, disegnati espressamente per la S8, possono essere regolati elettricamente in diverse posizioni. A richiesta possono essere rivestiti con esclusive fodere di colore argento luna con trapuntatura a rombi; le cuciture, semplici e doppie, sono a contrasto, in grigio acciaio. La modanatura superiore della plancia e la leva del tiptronic sono in carbonio Atlas.

Il volante multifunzione sportivo in pelle ha cuciture a contrasto cromatico e, come del resto anche il quadro strumenti, fa bella mostra dell’emblema S8. I quadranti sono grigi con lancette bianche, così come nelle altre versioni S della Audi. Questo design si ritrova pure nell’orologio analogico di stile classico. Un altro elemento di grande effetto estetico è rappresentato dalle placche battitacco illuminate, sulle quali spicca la scritta S8. Il display del sistema informativo del conducente e il monitor MMI danno il benvenuto con speciali schermate S8. I bilancieri e i pedali sono in look alluminio. Il pulsante di accensione è messo in risalto da un anello rosso.

Per quanto riguarda i colori degli interni, delle modanature e dei rivestimenti della S8 la scelta è ampia. Si va dalla pelle Valcona particolarmente morbida ai sedili ventilati e dotati di funzione di massaggio. Il pacchetto pelle, un cambia DVD, la chiave comfort con apertura del bagagliaio comandata tramite sensori e il pacchetto luce ambiente completano l’equipaggiamento di serie. La Audi S8 dispone inoltre di doppi vetri e di innovativi fari in tecnologia LED.

Equipaggiamenti

In aggiunta al ricco equipaggiamento di base Audi propone per la nuova S8 tutti gli optional disponibili per il modello. Particolarmente innovativi sono i sistemi di assistenza alla guida, caratterizzati da un alto livello di interazione, sia reciproca sia con il sistema di navigazione.

L’elemento più importante è l’“adaptive cruise control” con funzione Stop&Go, cui si aggiungono l’“Audi side assist”, l’“Audi lane assist”, l’indicatore del limite di velocità e l’assistente alla visione notturna con visualizzazione dei pedoni rilevati.

A completamento di queste tecnologie c’è il sistema di sicurezza “Audi pre sense” disponibile con diversi livelli di completezza. Una nuova funzione “capisce” dai movimenti del volante e da altri parametri quando il guidatore è stanco, e lo avvisa consigliando una opportuna pausa.

Una novità nella famiglia A8 è rappresentata dal sistema di controllo per il parcheggio con telecamera per vista aerea. Quattro telecamere monitorano la zona intorno alla berlina. Le immagini captate vengono poi elaborate da un computer. Sul monitor del sistema MMI si possono aprire diversi prospetti, fra cui anche una vista virtuale dall’alto. Questo sistema aumenta la sicurezza durante le manovre di parcheggio e quando si esce da un garage, perché permette di reagire al traffico trasversale.

Il sistema di navigazione MMI plus, di serie, è allo stato dell’arte nel campo dei sistemi infotainment. Dispone dell’innovativo sistema “MMI touch” per digitare i dati, di un grande disco fisso e di un monitor da 8” ad alta risoluzione.

Questo sistema high-end, abbinato al telefono veicolare Bluetooth online, anch’esso di serie, permette di rendere disponibili a bordo speciali servizi Internet e collega le periferiche mobili tramite WLAN. L’advanced sound system Bang & Olufsen, con i suoi amplificatori da 1.400 Watt e i suoi 19 altoparlanti, colpisce per il suono purissimo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S
Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S
Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S
Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S
Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S
Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S
Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S
Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S
Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S
Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S