Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S


Salone di Francoforte 2011: i nuovi modelli Audi S
25/04/2012, 10:04

Audi S6 e S6 Avant Carattere atletico, understatement e ricco equipaggiamento: Audi presenta i nuovi modelli S6 e S6 Avant. Entrambe sono auto sportive che soddisfano anche le esigenze di tutti i giorni, senza rinunce per quanto riguarda gli aspetti pratici. Il loro nuovo motore, un V8 biturbo con una cilindrata di quattro litri, coniuga grande forza e consumi ridotti. Trazione La S6 e la S6 Avant montano il nuovo 4.0 TFSI nella versione da 420 CV (309 kW). Da 1.400 a 5.300 giri questo otto cilindri a doppia sovralimentazione eroga una coppia costante di 550 Nm. Permette alla S6 di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi, e alla S6 Avant di toccare i 100 km/h in 4,9 secondi. La velocità massima di 250 km/h, limitata elettronicamente, viene facilmente raggiunta da entrambe le versioni. Il 4.0 TFSI trasferisce il principio Audi del downsizing nel segmento delle vetture ad alte prestazioni. Rispetto al precedente V10 aspirato di 5,2 litri di cilindrata, rende possibili prestazioni di guida ancora più sportive, con una contestuale riduzione dei consumi fino al 25%. Il consumo medio della S6 è di appena 9,7 litri per 100 km; per la S6 Avant di 9,8 litri. Questo eccellente risultato è frutto dell’impiego di molte tecnologie, fra cui il sistema di  recupero dell’energia, la funzione Start&Stop e il sistema di gestione dei cilindri, detto anche  “cylinder on demand”. Quando, nella fase di carico parziale, il V8 disattiva quattro cilindri, entra in funzione il sistema “active noise cancellation” (ANC). Quattro microfoni, installati nel sottocielo, registrano i rumori prodotti nell’abitacolo. Questi rumori vengono poi analizzati da un computer. Non appena viene rilevato un rumore fastidioso, vengono inviate delle apposite onde sonore capaci di contrastare il disturbo e di eliminarlo quasi completamente. Indipendentemente da ciò, i supporti del motore a regolazione elettronica svolgono un’azione fonoassorbente, generando dei controimpulsi che smorzano le vibrazioni a bassa frequenza. Un sound actuator, dei diaframmi presenti nell’impianto di scarico, la copertura del motore e un volano bimassa a pendolo centrifugo di nuova concezione, posto nel cambio S tronic a sette rapporti, contribuiscono a rendere il suono del motore pieno e armonioso. 2 In fatto di trasmissione la S6 e la S6 Avant sfruttano tecnologie all’avanguardia. La coppia viene trasmessa in maniera fulminea dal cambio a sette marce S tronic. La trazione integrale permanente quattro sfrutta il differenziale centrale autobloccante e il “torque vectoring”. A richiesta Audi propone il differenziale sportivo che ripartisce le forze motrici in modo attivo tra le ruote posteriori. Autotelaio Le due nuove versioni S hanno di serie l’“adaptive air suspension” sport. Le sospensioni pneumatiche sportive, con regolazione variabile degli ammortizzatori, fanno sì che la carrozzeria presenti un ribassamento di dieci millimetri. L’“adaptive air suspension” assicura un handling estremamente preciso, senza per questo dover rinunciare al comfort. I potenti freni a disco, completamente autoventilanti, sfoggiano pinze verniciate in nero opaco con scritte “S6”. A richiesta Audi fornisce dischi in materiale carboceramico. La S6 e la S6 Avant montano di serie cerchi in fusione di alluminio in uno specifico design a cinque razze. Sono in misura 8,5Jx19 e calzano pneumatici di dimensioni 255/40. In alternativa esistono altre sette varianti con diametro di 19” o 20”, quattro delle quali prodotte dalla quattro GmbH. Particolarmente esclusivi sono i cerchi da 20” a cinque bracci con design a rotore in look titanio. Il sistema “Audi drive select”, di serie in entrambe le nuove versioni S, utilizza, fra l’altro, i diagrammi caratteristici dell’acceleratore, i punti di innesto dell’S tronic, il servosterzo elettromeccanico e i diagrammi caratteristici dell’“adaptive air suspension”. Il conducente ha la possibilità di scegliere fra cinque livelli diversi per il funzionamento di questi sistemi. Anche il differenziale sportivo, optional, e lo sterzo dinamico, capace di variare la forza del servosterzo in funzione della velocità, possono essere integrati nel sistema. Carrozzeria e design Le carrozzerie giocano un ruolo importante per il dinamismo della Audi S6 e della S6 Avant: sono sorprendentemente leggere perché per circa il 20% sono realizzate in alluminio. La Audi S6 pesa solo 1.895 kg, la S6 Avant 1.950, molto meno delle loro dirette rivali. La S6 è lunga 4.931 millimetri, ossia 16 millimetri più della A6. Per quanto riguarda la S6 Avant, che misura 4.634 millimetri, la differenza invece è di 8 millimetri. I due modelli sportivi si distinguono per una serie di dettagli che interessano il design. La calandra single-frame presenta applicazioni in alluminio, con doppie barre orizzontali cromate. Un altro listello decorativo cromato si trova sul paraurti anteriore. I gusci degli specchietti esterni sono in look alluminio e i sottoporta hanno una sagoma alquanto pronunciata. La S6 berlina ha uno spoiler sul cofano del bagagliaio, la Avant sul tetto. In entrambe le versioni il diffusore sul paraurti posteriore è in grigio platino, con un bordo sporgente in look alluminio. I quattro terminali di scarico cromati sono di forma ellittica. Per le versioni S si può scegliere fra otto colori, fra cui le esclusive tonalità blu Estoril cristallo e argento prisma cristallo. Le scritte S6 e V8T fregiano le carrozzerie. Interni Anche gli interni della S6 e della S6 Avant sono all’insegna di un’eleganza sportiva. La chiave, il volante sportivo in pelle, con cuciture a contrasto e bilancieri in alluminio, e il quadro strumenti recano l’emblema S6. Le placche battitacco illuminate e i due display (MMI e sistema informativo del conducente) accolgono il conducente con la scritta S6. Il tasto start/stop è messo in risalto da un anello rosso; una placchetta di alluminio fregia la leva del cambio. Il poggiapiede è in acciaio inox, i pedali e i tasti del sistema MMI in look alluminio lucido. Per le modanature sono disponibili quattro diversi materiali. L’alluminio spazzolato opaco è di serie; a richiesta le modanature possono essere in carbonio, frassino marrone naturale o quercia Beaufort stratificata. Per il sottocielo, la plancia, la moquette e i sedili il Cliente pu ò scegliere fra tre colori: nero, argento luna o beige Goa (solo per i rivestimenti dei sedili). Il rivestimento standard è dato da un abbinamento di pelle nappa effetto perla e Alcantara. In alternativa si può ordinare la versione Milano o Valcona. I sedili sportivi con supporto lombare a regolazione elettrica, le sedute con regolazione della profondità e gli emblemi “S” fanno parte dell’equipaggiamento di serie. Come optional Audi propone altre due versioni: i sedili comfort a regolazione elettrica con funzione Memory e i sedili sportivi S con appoggiatesta integrati e regolazione elettrica, anch’essi con impresso il logo “S”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©