Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Le donne risultano più pigre degli uomini

Salute, 1 italiano su 3 conduce una vita sedentaria


Salute, 1 italiano su 3 conduce una vita sedentaria
22/10/2010, 19:10

Gli italiani fanno poca attività fisica. Dall'ultimo rapporto nazionale Passi (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) risulta che soltanto il 33% dei cittadini è attivo.
Valentina Possenti, del gruppo tecnico del Passi, sostiene che in Italia esistono tassi di sedentarietà piuttosto alti. ''Non si sta parlando di sport cioe' un'attivita' fisica strutturata ma solo di movimento, di spostamento da un luogo all'altro nel proprio quotidiano'', ha dichiarato Possenti all'ANSA.
E' emerso inoltre, da diverse interviste fatte nelle Asl, che le donne sono più pigre rispetto agli uomini. Sembra che ad incidere fortemente sulle cattive abitudini degli italiani siano soprattutto la condizione sociale e il titolo di studio. Inoltre maggiori sono le difficoltà economiche , maggiore è la tendenza a condurre una vita sedentaria. Le persone che svolgono meno attività fisica sono persone che vanno dai 50 ai 69 anni.
E' in particolare al Sud però che si concentra il popolo di sedentari. ''Ci sono aree di sanita' pubblica che vanno migliorate - ha aggiunto Possenti - e c'e' ancora molta strada da fare. In questo campo, e' determinante il medico il quale dovrebbe avere un quadro generale della vita dell'assistito, informandosi sulla sua attivita' fisica e monitorando nel tempo questo comportamento, al punto che si parla anche di prescrivere l'attivita' fisica''.
I più attenti alla forma fisica risultano i residenti nella Provincia Autonoma di Bolzano, mentre i più pigri d'Italia sono i lucani.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©