Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Particolare attenzione a posizioni, cibo e farmaci

Salute: il sesso causa il mal di testa dell'amante


Salute: il sesso causa il mal di testa dell'amante
28/09/2010, 19:09

In occasione del 24esimo Congresso nazionale della Sisc (Società italiana per lo studio delle cefalee), previsto per le giornate dal 30 settembre al 3 ottobre a Caserta, gli esperti danno qualche suggerimento contro il 'mal di testa dell'amante”. Il sesso può causare l'emicrania, soprattutto se il rapporto è clandestino e maggiormente a rischio non è la donna (4-5 volte più colpita del maschio), bensì l'uomo. Perché fra ansia da prestazione e paura di essere scoperto, la pressione può fare brutti scherzi e 'tradire il traditore' con un attacco di cefalea improvvisa. Per non essere costretti a ritirarsi sul più bello, c'è da fare attenzione a posizioni, cibo e farmaci.
La cosiddetta "cefalea primaria da attività sessuale", così la chiamano i medici, "riguarda prevalentemente il sesso maschile perché generalmente ha un ruolo più attivo durante il rapporto", precisa Lorenzo Pinessi, ex-presidente Sisc. "L'intensità di questa forma di emicrania - continua - è proporzionale all'eccitazione. Molto probabilmente, infatti, è sostenuta dalle variazioni pressorie correlate" proprio al livello di 'pathos' "e viene ulteriormente classificata in preorgasmica e orgasmica, a seconda del momento di comparsa". Come riconoscerla? "Gli aspetti che la caratterizzano sono l'imprevedibilità della durata degli attacchi (da un minuto a 3 ore) e del decorso". Il dolore può infatti "presentarsi una volta sola come pure ripetutamente o a intervalli irregolari, e senza alcun legame con altri fattori estranei al rapporto sessuale", rassicura Pinessi. Che avverte: "Alcune posizioni durante il rapporto sessuale, come per esempio stare in piedi, predispongono a questo tipo di cefalea". L'impatto psicologico sul paziente è notevole perché teme gravi e imminenti complicanze: "I pazienti si spaventano, si accasciano anche per terra e temono un grave malore", descrive il neurologo. Le 'vittime' del mal di testa da sesso sono "quasi sempre di pazienti già emicranici", prosegue Pinessi che ribadisce: "Spesso questi episodi si verificano in concomitanza di relazioni trasgressive, caratterizzate quindi da una maggiore componente di tensione ed emotività". Ma tra le cause scatenanti ci possono essere anche generali condizioni di stress e sovraffaticamento. Anche la cenetta propiziatoria a lume di candela, può facilitare l'insorgenza del mal di testa, soprattutto se a base di "vino, formaggi, cioccolata o crostacei". Il primo consiglio, dunque, è quello di evitare questi ingredienti anche se secondo la tradizione risultano afrodisiaci. Più 'radicale' è il secondo suggerimento: se l'emicranico sente avvicinarsi la crisi, il medico consiglia di evitare l'attività sessuale in prossimità di un attacco affinchè il rapporto, che comporta uno stress psicofisico, non sfoci in una crisi violentissima di cefalea. Infine Pinessi conclude: "E' da sottolineare che anche alcuni farmaci, tra cui il Viagra, inducono talvolta il mal di testa a seguito della loro azione vasodilatatrice per cui, se assunti prima del rapporto, facilitano ulteriormente l'emicrania. Il trattamento si avvale di beta-bloccanti, calcioantagonisti ed ergotamina".


 

Commenta Stampa
di Caterina Cannone
Riproduzione riservata ©