Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

SARA' POSSIBILE LEGGERE IL PENSIERO


SARA' POSSIBILE LEGGERE IL PENSIERO
30/05/2008, 10:05

Può sembrare una cosa da fantascienza. Eppure un gruppo di neurologi statunitensi hanno cercato e trovato le zone del cervello che si attivano quando pensiamo ad oggetti concreti. Per esempio, una certa zona se pensiamo alla casa, un'altra se pensiamo ad un tavolo e così via. Adesso bisognerà procedere con la "decrittazione" degli impulsi nervosi di quante più zone possibili. E questo potrà essere utile per la cura di molte malattie, dall'autismo alla schizofrenia, in cui il cervello lavora in maniera non corretta. Anche se c'è un certo margine di incertezza dovuto al fatto che, se noi - per esempio - pensiamo ad una mela, si attiveranno anche quelle zone del cervello relative all'olfatto, al gusto, alla masticazione e a tutto ciò che è riconducibile ad una mela nella nostra memoria. Comunque si stima che un'accuratezza pari al 75-80% potrebbe essere sufficiente ad ottenere i risultati sperati.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©