Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

In disaccordo la Protezione civile

Satellite Goce, per l'Esa non cadrà sull'Italia

Allerta tra oggi e domani

Satellite Goce, per l'Esa non cadrà sull'Italia
10/11/2013, 13:51

A differenza da quanto era stato precedentemente affermato dalla Protezione Civile, l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) afferma che il rischio che frammenti del satellite Goce cadano sull’Italia è estremamente basso. “I dati rilasciati ieri e oggi dalla Protezione Civile non sono supportati dalle analisi dell’Esa”, ha spiegato all’Ansa il responsabile della missione Goce, Rune Floberghagen. Goce, che è stato lanciato in orbita nel 2009, è stato il primo satellite a fornire la mappa del campo gravitazionale della Terra e ha terminato la sua corsa il 21 ottobre scorso, quando il suo motore a ioni ha smesso di funzionare. Si stima che l’impatto con l’atmosfera avverrà a quota 80 chilometri. In quel momento il satellite dovrebbe frantumarsi in tante piccole parti, la maggior parte delle quali dovrebbero bruciare nell’impatto. Solo il 20% della massa del satellite, infatti, corrispondente ad un peso complessivo compreso fra i 200 e i 250 chilogrammi, giungerà sulla Terra.

Quanto al luogo in cui cadranno i frammenti del satellite, è impossibile conoscerlo con precisione. Esso infatti dipenderà da vari fattori, come l’attività solare e l’attività geomagnetica, che influiranno sull’orientamento del satellite. Non è da escludere, tuttavia, secondo la Protezione civile, che alcuni frammenti possano cadere in Italia. In particolar modo il fenomeno potrebbe interessare Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria e Sardegna dalle 19,44 alle 20,24 di oggi e Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia dalle 7,48 alle 8,28 di domani.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©