Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Lo dimostra una ricerca della Kingston University

Scoperta: il letto sfatto favorisce l'eliminazione gli acari della polvere


Scoperta: il letto sfatto favorisce l'eliminazione gli acari della polvere
02/02/2010, 18:02

LONDRA - Cari amici pigroni e disordinati che detestate rifare il letto prima di uscire, da oggi avrete una scusa in più (e per giunta scientifica) da utilizzare per placare le lagne di madri e mogli fissate con l'ordine assoluto. Secondo una ricerca della Kingston University, infatti lasciare il letto completamente sfatto aiuta ad eliminare gli acari. Come? Il concetto è semplice e biologico: i piccoli animaletti alquanto schifosi e decisamente fastidiosi per chi soffre di allergie, riescono a proliferare meglio quando tra il materasso e le lenzuola c'è il giusto livello di umidità. Durante la notte, difatti, il corpo umano genera calore che viene poi trattenuto dalle coperte e, al mattino, la percentuale di umidità sul matarasso e sulle lenzuola è massima...una vera coccola per gli acari che riescono a riprodursi in tutta tranquillità.
Evitando dunque di sistemare per benino il copri materasso, il lenzuolo ed il piumone, si permette all'umido accumulato durante le ore di sonno di disperdersi e si impedisce agli animaletti microscopici di proliferare.
Prima di cantar vittoria, stampare questo artcolo e correre dalla moglie-mamma, però, bisogna leggere il seguito per essere informati al meglio. 
Stephen Pretlove della Kingston University ha difatti creato un vero e proprio schema matematico per studiare e analizzare l’evoluzione e la proliferazione degli acari in relazione ai cambiamenti ambientali. Tale schema è però solo la prima parte dell'intera ricerca e, a breve, i ricercatori britannici verificheranno sul campo ( per meglio dire sul letto) le loro deduzioni. Deduzioni che, basandosi su algoritmi, possono comunque definirsi scientifiche ma che non sono però ancora dimostrate nella pratica. Per ora sono state già selezionate 36 abitazioni in cui verrà messo in atto un esperimento decisamente originale.
In sintesi si utilizzeranno dei sacchetti straripanti di acari che saranno letteralmente svuotati tra le lenzuola e sui cuscini dei vari  volontari. Tutto ciò che dovranno fare le "cavie" sarà lasciare i loro letti sfatti per il tempo stabilito. In tal modo si potrà studiare con precisione in che maniera le azioni degli esseri umani possono influenzare la riproduzione dei piccoli esserini che sguazzano nella polvere ed abitano praticamente qualsiasi letto del mondo.
Questa ricerca che ad un'analisi superficiale potrebbe semplicemente far sorridere, potrebbe invece rappresentare il punto d'inizio per iniziare una fondamentale lotta contro le patologie da sovrannumero di acari; rendendo le case più pulite e sane ed evitando alla sanità pubblica la spesa di circa un miliardo di sterline l'anno per curare l'asma e le allergie ricollegate direttamente a questi microrganismi.
Pretlove è infatti sicuro che agli inglesi basterà essere un po' meno ossessionati per l'ordine per uccidere il maggior numero di acari possibile. In attesa del riscontro pratico che confermi il modello matematico elaborato, i numerosissimi che trovano assurdo dover vivere con l'assillo del letto rifatto, potranno prendersi una tregua e vedere le lenzuola disordinate come un rassicurante sinonimo di pulizia ed igiene e non più come un ammasso di pieghe angoscianti.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©