Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Si tratta della stella a neutroni SGR 0418+5729

Scoperta la calamita cosmica più potente dell'universo


Scoperta la calamita cosmica più potente dell'universo
14/08/2013, 21:08

La stella a neutroni, il nome in codice è SGR 0418+5729, scovata a 6.500 anni luce dalla Terra con il satellite Xmm-Newton dell’Agenzia spaziale europea da un gruppo di dodici astronomi appartenenti a istituzioni italiane ed europee, è la calamita cosmica più potente mai scoperta nell’universo.

"Negli ultimi decenni la teoria delle magnetar è stata confermata da diverse osservazioni, ma nessuno prima d’ora, era riuscito a misurare direttamente l’intensità del campo magnetico di questi oggetti celesti", commenta Andrea Tiengo, dello Iuss di Pavia e dell’Inaf, primo firmatario del risultato pubblicato dalla rivista britannica Nature.

Sarebbero proprio le magnetar con forti campi magnetici a essere all’origine di alcune potenti esplosioni cosmiche registrate nel tempo e persino in grado di disturbare le comunicazioni terrestri pur avvenendo in luoghi molto lontani, a migliaia di anni luce. Con il satellite europeo gli astronomi sono riusciti a misurare la frequenza dei raggi X emessi. Questa è legata alla frequenza delle particelle che si muovono nel campo magnetico, la quale a sua volta rivela l’intensità del campo magnetico.

 

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©