Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Scoperta la "Culla" dell'immaginazione

Possibile ricreare gli stessi processi creativi nei robot

Scoperta la 'Culla' dell'immaginazione
17/09/2013, 10:36

È stata fotografata la culla dell'immaginazione: una sorta di 'ufficio mentale' formato da una rete diffusa di cellule nervose che consente all'uomo di inventare consapevolmente strumenti, concepire idee, creare opere d'arte, risolvere complessi problemi scientifici.
La scoperta, pubblicata sulla rivista dell'Accademia di Scienze degli Stati Uniti, Pnas, si deve al gruppo di ricerca dello statunitense Dartmouth College e potrebbe permettere in futuro di ricreare gli stessi processi anche nei robot.
''Il risultato ci aiuta a comprendere meglio come, il modo in cui è organizzato il nostro cervello, ci distingue dalle altre specie, fornendoci un ricco 'luogo di svago interiore' che ci permette di pensare liberamente e creativamente'', osserva uno degli autori, Alex Schlegel. ''La comprensione delle differenze con le altre specie – aggiunge - ci aiuterà a capire da dove arriva la creatività umana e forse ci permetterà di ricreare gli stessi processi creativi nelle macchine''.
Già si sospettava che l'immaginazione umana risiedesse in una rete di cellule diffusa nel cervello, ma finora questa sorta di 'ufficio mentale' non era mai stato visto in 'azione' né fotografato. I ricercatori hanno chiesto a 15 partecipanti di immaginare specifiche forme visive astratte per poi combinarle mentalmente in nuove figure più complesse o smontarle nelle loro singole parti.
Mentre i partecipanti erano impegnati in questo compito, la loro attività cerebrale è stata misurata con una tecnica non invasiva come la Risonanza magnetica funzionale. In questo modo hanno scoperto che una rete di cellule nervose, situate nella corteccia e sotto la corteccia cerebrale, è responsabile dell'immaginazione e permette di avere la concentrazione necessaria per inventare.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©