Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Ottimo dinamismo di marcia grazie al dispositivo XDS

Seat Leon Cupra: 265 cv per la bestia più potente di sempre


Seat Leon Cupra: 265 cv per la bestia più potente di sempre
16/10/2009, 12:10

Dopo il debutto al Salone dell’Automobile di Francoforte, sta per iniziare la commercializzazione della nuova Leon CUPRA R. Il nuovo modello si è già guadagnato un posto nella storia del Marchio spagnolo, diventando la SEAT più potente di sempre grazie ai suoi 265 CV.

Oltre al propulsore potente ed efficace, la nuova Leon CUPRA R presenta un design esclusivo. Già a prima vista cattura l'attenzione grazie al suo design esterno, dal carattere sportivo e dalla spiccata personalità. Una sensazione che viene poi confermata nell'abitacolo, decisamente confortevole e di forte impatto, che richiama le auto da competizione, ricordandoci così che non ci troviamo a bordo di una vettura qualunque.

A livello di equipaggiamenti non manca praticamente nulla. Da sottolineare l'introduzione del dispositivo autobloccante elettronico XDS che garantisce un'eccellente tenuta di strada, e la sportività data dai cerchi da 19 pollici a cinque razze doppie, oltre a un'ampia dotazione di serie che premia sia la sicurezza sia il comfort.

La vettura più potente della SEAT

La punta di diamante della nuova Leon CUPRA R è il motore: il propulsore 2.0 TSI 265 CV sovralimentato e con iniezione diretta, caratterizzato da un potenziale eccezionale, fluidità di rotazione ed elasticità.

Il Centro Tecnico SEAT ha centrato il proprio obiettivo modificando la centralina elettronica che controlla il motore e incrementando la pressione massima del turbocompressore, ottenendo così 25 CV extra rispetto al propulsore 2.0 TSI 240 CV che monta la Leon CUPRA.

Per soddisfare le maggiori esigenze di potenza, il nuovo motore della Leon CUPRA R monta, rispetto alla versione 240 CV, un intercooler dal rendimento maggiore, in quanto applica una pressione più elevata al turbo. Come nella versione 240 CV, include una nuova pompa di iniezione di combustibile ad alta pressione. Il cambio è a sei marce ed è stato appositamente adattato al motore quanto a scalatura dei rapporti.

In questo modo, la nuova Leon CUPRA R raggiunge eccellenti prestazioni: 250 km/h di velocità massima e un'accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 6,2 secondi; percorre i primi mille metri in soli 25,7 secondi. A fronte di tali performance, i consumi sono molto ridotti: 8,1 l/100 km nel ciclo combinato, che a parità di potenza la rendono la vettura più efficiente e con minori emissioni del segmento. Il nuovo propulsore della CUPRA R rispetta anche la normativa Euro 5.

Design d’impatto

La nuova Leon CUPRA R si basa sullo spettacolare design della sorella minore, la CUPRA, arricchita da vari elementi, all'esterno e all'interno.

L'esclusività propria di questo modello si riflette nella caratteristica lettera “R”, che identifica a prima vista la vettura. Si trova sia all'esterno (sulla calandra del radiatore e sulla parte laterale inferiore destra del portellone), sia all'interno dell’abitacolo (a destra del quadro strumenti) e sulla chiave di comando, unitamente all'esclusivo logo “CUPRA” presente sulla parte sinistra del paraurti anteriore, nella zona centrale del portellone posteriore, sul volante e sui sedili.

Oltre ai distintivi cerchi da 19 pollici, un ulteriore particolare della CUPRA R sono gli accattivanti specchietti retrovisori con guscio in colore nero brillante, caratteristica peculiare di tutte le versioni CUPRA. Spiccano, inoltre, i dischi freno con diametro di 345 mm (anteriori) e di 286 mm (posteriori), che rispondono alla necessità di una maggiore potenza frenante.

Nell’abitacolo colpiscono innanzitutto i sedili dal carattere sportivo, rivestiti in Alcantara di colore grigio. A questi si aggiungono l'illuminazione a LED con luce bianca del quadro strumenti, il volante multifunzione in pelle e la pedaliera in alluminio. Caratterizzato dal colore nero, a conferma dello spirito “racing” della vettura, nell'abitacolo spiccano le finiture del cielo, le alette parasole, le maniglie e le finiture dei montanti superiori, esclusivamente in nero.

Eccellente dinamismo di marcia

A riprova del salto di qualità compiuto in termini di comfort e di sicurezza di guida, la nuova CUPRA R monta, di serie, il dispositivo autobloccante elettronico XDS. Questo sistema, in abbinamento all'ESP, funziona come un differenziale autobloccante, migliorando il comportamento della vettura nelle condizioni di perdita di trazione, frenando la ruota che perde aderenza.

La sensazione al volante risulta simile a quella che si ha guidando un'auto con differenziale autobloccante, con una maggiore capacità di trasmettere a terra la potenza dell'asse anteriore. Si evita così, soprattutto in curva, lo slittamento della ruota anteriore interna e si riduce la tendenza al sottosterzo, conferendo alla Leon CUPRA R un’ottima stabilità direzionale.

Oltre all'XDS, occorre sottolineare l'efficacia del telaio “Agile Châssis” della SEAT che, in questa versione ha ricevuto i necessari adeguamenti, che fanno della CUPRA R una delle vetture sportive più efficaci del segmento.

Allestimento al top

La SEAT Leon CUPRA R è dotata di un vasto allestimento di serie. Un capitolo molto importante è rappresentato dai sistemi elettronici di assistenza che comprendono, di serie, il dispositivo autobloccante elettronico XDS, ABS, ESP (sistema di controllo elettronico di stabilizzazione) e il controllo di trazione TCS + l'assistente alla frenata d'emergenza EBA.

Sul fronte della sicurezza, la Leon CUPRA R offre, di serie, airbag anteriori, 2 airbag laterali, 2 airbag a tendina, oltre alla possibilità di disattivazione dell'airbag lato passeggero, all’attacco Isofix sui sedili posteriori e alla spia di controllo pressione pneumatici. Completano l'equipaggiamento: sensore luci, sensore pioggia, sensori posteriori di assistenza al parcheggio, regolatore di velocità, computer di bordo, fari fendinebbia con funzione cornering, climatizzatore automatico bi-zona e radio CD + MP3 + 8 altoparlanti + MDI fra gli altri.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.