Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Ma per il 10% fa calare il desiderio

Seno rifatto, al 37% degli italiani risulta indifferente


Seno rifatto, al 37% degli italiani risulta indifferente
04/03/2010, 21:03

ROMA - Naturale o rifatto conta poco; gli italiani lo vogliono generoso ma comunque non esagerato. Il seno ritoccato risulta infatti "indifferente" al 37%  della popolazione maschile. A commissionare il sondaggio, effettuato su un campione di 100 uomini di età compresa tra i 25 e gli over 60, è stata la clinica Villa Borghese Institute di Roma. Ciò che è emerso dallo studio è che, in totale, il 23% dei maschietti italici predilige un seno più prosperoso anche se non perfetto (e quindi naturale) mentre, per un minuto 9%, risultano più sexy le taglie normali.
E mentre si ricorda che una donna su 20 è oggi già ricorsa alla chirurgia estetica, la ricerca evidenzia come, ben il 62% degli intervistati, non chiederebbe mai alla propria compagna di affrontare il bisturi per porre rimedio alle varie perfezioni. Un chiaro segnale che, in ogni caso, agli uomini le donne piaccio quasi sempre così come sono. Un 17,5% ha dichiarato però che non avanzerebbe tali richieste per senso di rispetto mentre solo il 6,5% ha ammesso che lo suggerirebbe candidamente. Una percentuale minuscola (il 3%) ha confessato di desiderare ma tenere per sè il desiderio di intervento estetico per la propria compagna.
Piuttosto convinti della propria esperienza in campo di "palpeggi", il 67% degli intervistati ha dichiarato di essere in grado di riconoscere subito un seno rifatto tastandolo. Più umile il 25% degli uomini che hanno ammesso di non saper rispondere e un 10% che ha ammesso di non avere abbastanza esperienza per cogliere la differenza tra poppe rifatte e poppe nature.
Ma il seno rifatto è eccitante? Per il 54% il desiderio è più che altro una questione di testa (e qui sembrava di sentir parlare delle donne). Il 21% invece si sentirebbe imbarazzato ed addirittura "frenato" se il ritocco fosse eccessivamente ostentato, mentre, per il 13%, un paio di belle tette troppo prosperose abbinate ad un corpo eccessivamente "corretto" potrebbe causare forte senso di blocco ed ansia da prestazione.

QUANDO VUOL RIFARSI LA FIGLIA?

Ma a voler usufruire dei chirurgo plastico non è la compagna/moglie ma la propria "bambina"? A questa domanda gli uomini hanno risposto assolutamente no con un significativo 65%. Per il 26%, invece, sarebbe opportuno ricorrere alla mamma per tentar in ogni modo di persuadere la ragazza a desistere. Il restante 4% si è detto invece favorevole ad accontentare gli eventuali capricci estetici delle figlie? E voi? Come reagireste ad una simile richiesta?

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©