Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Accanto agli alimenti numerosi solventi e vernici e colle

Sequestrati 130 quintali di pasta nel Napoletano


Sequestrati 130 quintali di pasta nel Napoletano
30/09/2009, 12:09

Maxi sequestro di generi alimentare nell'hinterland di Napoli. sono ben 130 i quintali sequestrato dal Nucleo Antisofisticazione e sanità che presentavano livelli di contaminazione  microbica e micotica molto elevati.
Il sequestro è scattato dopo accurati controlli in un anzieda produttrice di pasta che aveva già subito un'intimidazione alla chiusura.
I carabinieri sono tornati, anche su delega della  Procura di Nola (Napoli), dopo che lo stabilimento era rientrato  in produzione - ma con l'obbligo di esecuzione di incisivi  lavori di manutenzione - al fine di verificarne lo stato. Sul  posto i militari si sono trovati di fronte ad una situazione  ancora peggiore: i lavori di ristrutturazione, in esecuzione,  venivano effettuati negli stessi locali in cui era in corso  l'attività produttiva, anche con l'utilizzo massiccio di colle,  vernici, solventi.
Il tutto, secondo quanto accertato dai Nas,  senza adottare, per l'alimento, adeguati sistemi di protezione. Non solo, alcune linee di produzione venivano utilizzate  nonostante l'autorità sanitaria ne avesse disposto  l'adeguamento o la dismissione. In occasione dei primi  controlli, i Nas sequestrarono 4 tonnellate; nell'ultimo blitz  é scattato un nuovo provvedimento di chiusura e il sequestro di  ulteriori centotrenta quintali.    

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©