Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Un attore affetto da Parkinson accetta la proposta medici

Serenata a cervello aperto, paziente suona mentre lo operano

In questo modo i medici possono individuare i punti focali

Serenata a cervello aperto, paziente suona mentre lo operano
25/05/2013, 15:10

TATI UNITI - Serenata a cervello aperto. Brad Carter, attore a Hollywood e musicista, si fa operare mentre suona la chitarra. A soli 39 anni gli è stato diagnosticato il Morbo di Parkinson e dopo essersi sottoposto a cure mediche specializzate ha deciso di accettare la proposta di un intervento chirurgico al cervello per capire quali fossero i punti più colpiti e applicare degli elettrodi che avrebbero potuto alleviare la patologia.
Ma la cosa inedita nella storia della medicina è che il paziente si è offerto di suonare la chitarra nel corso dell’intervento, in tal modo il movimento delle mani avrebbe evidenziato il tremito e si sarebbero evidenziate di conseguenza le aree del cervello coinvolte. Approfittando del fatto che il cervello non ha terminazioni sensibili e dunque non percepisce il dolore, l’uomo ha continuato a suonare mentre i bisturi dei medici lavoravano sulla sua materia grigia, aiutandoli decisamente molto a completare il loro compito.
Una volta individuati i punti coinvolti dalla malattia, poi, il paziente è stato addormentato per permettere ai medici di eseguire la parte più lunga e complicata del lavoro, l’introduzione degli elettrodi, che richiedeva altissima concentrazione e dunque assenza di qualsiasi distrazione.

 

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©