Cyber, scienza e gossip / Sesso

Commenta Stampa

E' andata a letto con 370 uomini, spesso sconosciuti

Seyi Kolade, una vita distrutta dalla dipendenza dal sesso


Seyi Kolade, una vita distrutta dalla dipendenza dal sesso
24/06/2013, 17:30

LONDRA- Seyi Kolade racconta la sua dipendenza dal sesso, una dipendenza dettata da fallimenti lavorativi e personali che l'ha portata ad andare a letto con 370 uomini, spesso erano degli sconosciuti,  tutti i giorni della sua vita per 13 anni.

"La dipendenza dal sesso, molto spesso, viene associata solo agli uomini. Nulla di più sbagliato, ha distrutto la mia vita per più di 13 anni. Era un ciclo dal quale non riuscivo a scappare". Questo quanto racconta Seyi, oggi avvocato di 35 anni.

Ha incominciato a 17 anni e nel giro di due anni era già stata con 40 uomini. La sua adolescenza è stata infernale, a 13 anni ha perso la sua verginità restando incinta.

Seguita per anni dagli assistenti sociali che controllavano la crescita della sua bambina Sarah, la ragazza confessa: "Mi sentivo terribilmente sola, per tutti quelli intorno a me, la mia condizione di ragazza madre era vista come uno sfregio. Desideravo affetto. Fu allora che cominciai a sostituire la solitudine con il sesso, fu una delle cose più brutte che potessi fare... Sesso anche 4-5 volte al giorno".

La sua dipendenza l'ha portata anche a tradire il suo fidanzato trentunenne perchè non riusciva sempre ad appagare il suo desiderio, desiderio che la portava a voler fare sesso 4-5 volte al giorno. "Ho tradito per mesi- racconta Seyi- poi sono uscita di nuovo incinta. Ho abortito senza dire nulla al mio ragazzo, non sapevo se potesse essere suo o meno, e a quel punto ci lasciammo. Tra i 22 e i 30 anni la mia vita è stata un inferno, la dipendenza ha preso il sopravvento. Ho fatto sesso con sconosciuti, ho avuto anche rapporti multipli, in totale avrò avuto 370 uomini. Poi ho detto basta. Mi sono fatta aiutare ed ho seguito una cura, delle sedute terapeutiche, ho seguito i consigli di uno psicologo. Ora sono fiera di me stessa: dal 2009 non ho più rapporti sessuali, ne avrò soltanto quando sarò convinta di donarmi all’uomo della mia vita. La castità mi ha ridato la vita".

Una ricerca condotta dai sessuologi dell’Istituto italiano per lo studio delle psicoterapie ha rivelato che il 6% degli italiani tra i 20 e i 45 anni, per lo più uomini con relazione stabile, laureati e senza problemi economici, mostrano problematiche attinenti.

Il dottor Sameer Parikh ha spiegato che la sesso-dipendenza è una situazione in cui fare sesso è visto come l’unica priorità di una persona, trascurando gli altri aspetti importanti della vita, dal sonno al lavoro, alla vita sociale.

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©