Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Hanno rispettivamente 114 e 116 protoni

Si allunga la "tavola degli elementi", scoperti il flerovio e il livermorio


Si allunga la 'tavola degli elementi', scoperti il flerovio e il livermorio
20/12/2011, 16:12

Adesso dovranno passare i canonici cinque mesi di osservazione da parte dell'International Union of Pure and Applied Chemistry (Unione Internazionale della chimica pura ed applicata), dopo di che potranno essere inseriti nella tavola periodica degli elementi due nuovi elementi: il flerovio (114 protoni ed altrettanti elettroni più un centinaio di neutroni) e il livermorio (116 protoni ed altrettanti elettroni). Si tratta di elementi artificiali, ottenuti facendo scontrare negli acceleratori nucleari altri elementi. Hanno una vita di pochi millesimi di secondo ed ovviamente di nessuna utilità pratica. Sono definiti "elementi transuranici", perchè nella tavola degli elementi vengono dopo l'uranio (92 protoni ed elettroni) che è l'ultimo degli elementi naturali. Oltre questo elemento, la massa formata da protoni e neutroni è troppo instabile per restare insieme legati in un nucleo compatto; per cui tutti gli elementi transuranici sono elementi radioattivi e con una tendenza a spaccarsi (fa parzialmente eccezione il plutonio, numero 93, che ha una certa stabilità).
I nomi dei due elementi derivano dalla scoperta in sè: rispettivamente il primo dal russo George Flerov e il secondo dal nome del laboratorio californiano intitolato a Lawrence Livermore.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©