Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

13enne croata non parla più la propria lingua

Si sveglia dal coma e parla tedesco


Si sveglia dal coma e parla tedesco
13/04/2010, 16:04

KNIN (CROAZIA) – Ha suscitato lo stupore dei medici croati il caso di una ragazzina di 13 anni che, uscita dal coma, ha iniziato a parlare perfettamente il tedesco, come se fosse la sua lingua madre, non riuscendo assolutamente ad esprimersi in croato.
La 13enne è stata in coma, per cause indefinite, soltanto 24 ore, toccando picchi di temperatura elevatissima. I genitori, originari di Knin, nel sud della Croazia, hanno spiegato che la ragazzina studiava da pochissimo tempo il tedesco a scuola e, dati gli scarsi risultati, aveva provato ad approfondire la conoscenza della lingua leggendo libri e seguendo film in lingua teutonica.
Il direttore dell’ospedale in cui è ricoverata, il dott. Dujomir Marasovic, dice che non c’è ancora modo di risolvere l’arcano. Diversi medici stanno studiando questo misterioso caso, che non è il primo del genere, ma solo uno dei tanti a cui non si è ancora potuta dare una spiegazione logico-scientifica definitiva. “Abbiamo qualche teoria, ma al momento non sappiamo bene come sia successo” prosegue Marasovic.
Si sono già verificati casi di persone che, come spiega Mijo Milas, lo psichiatra coinvolto nel caso, “sono state gravemente malate o anche in coma e si sono svegliate in grado di parlare altri linguaggi, alcune volte anche linguaggi biblici come quelli parlati nella vecchia Babilonia o in Egitto. Al momento ogni speculazione rimane, appunto, una pura speculazione, per cui è meglio proseguire i test fino a quando non scopriremo qualcosa. In altri tempi questo sarebbe stato considerato un miracolo,ma preferiamo pensare che ci sia una spiegazione logica, è solo che non l’abbiamo ancora trovata”.
Anche alcuni medici tedeschi stanno monitorando questo bizzarro caso. Come afferma l’infermiera Marika Lenovic, infatti, sono stati attratti dal particolare caso della 13enne non soltanto i media, ma anche i professionisti della medicina.
Per scherzo della natura (o,forse,della memoria!), dunque, pare che la ragazzina adesso abbia accesso a delle informazioni immagazzinate nel suo cervello a cui prima non riusciva ad attingere: prima del coma lei era convinta di non essere in grado di ricordare dei dati, relativi alla lingua tedesca,  che, in realtà, erano già stati assimilati dal suo cervello! Adesso capisce i suoi interlocutori se le parlano in croato, ma non è in grado di rispondergli nella stessa lingua.
La ragazzina per ora resta sotto osservazione dal momento che, aggiunge Marasovic, “Non si sa mai come reagirà il cervello dopo il recupero da un trauma simile”.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©