Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Nuove speranze per la patologia

Sindrome di Down, la mappatura dei geni responsabili

Uno studio condotto da Valerio Costa

Sindrome di Down, la mappatura dei geni responsabili
25/04/2011, 16:04

Decodificati i geni alterati nei pazienti affetti da sindrome di Down. Lo studio è stato effettuato dai ricercatori dell’Igb-Istituto di genetica e biofisica “Adriano Buzzati Traverso del Consiglio nazionale delle ricerche, coordinato da Alfredo Ciccodicola e condotto da Valerio Costa. I ricercatori hanno evidenziato che l’interazione dei geni presenti sul cromosoma 21 con altri geni, determina le alterazioni patologiche tipiche della sindrome di Down. La tecnologia impiegata nello studio è il “sequenziamento di nuova generazione” con cui si rilevano in breve tempo le evoluzioni delle malattie. “Costruire una mappa accurata dei geni alterati degli individui malati è il primo passo verso la cura”, dichiara Ciccodicola, “avere la possibilità di studiarne la sequenza può fornire una più accurata rappresentazione, ad alta definizione, di come la patologia nasce ed evolve”. Sul sequenziamento  di nuova generazione, Valerio Costa ha affermato: “Grazie a questa innovativa tecnologia siamo riusciti a comprendere che non solo i geni presenti sul cromosoma 21 sono responsabili della malattia, ma che è la loro interazione con altri geni a determinare le alterazioni patologiche della sindrome”.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©