Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Skoda: Skoda Fabia, Fabia Wagon e Roomster


Skoda: Skoda Fabia, Fabia Wagon e Roomster
25/03/2010, 12:03

La Fabia rappresenta da tempo una base solida su cui la Škoda ha costruito la propria gamma, oggi composta da cinque modelli. Questa vettura, compatta e versatile, testimonia l’attenzione per i dettagli - sia per quanto riguarda le caratteristiche di design, sia per la meccanica - della Marca ceca, i cui punti di forza sono lo sviluppo di soluzioni Simply Clever e una grande apertura alle innovazioni. Il recente Salone di Ginevra ha visto l’esordio della nuova Fabia, che si distingue in termini di efficienza energetica e mobilità confortevole, e anche per le numerose innovazioni tecniche che non si fermano a una semplice revisione estetica.

Oltre alla Fabia, anche la Fabia Wagon e la MPV Roomster sono state sottoposte a numerose modifiche tecniche, che hanno riguardato gli interni e soprattutto i propulsori. Qualità come la versatilità e l’importante capacità di carico spiccano tra le caratteristiche di questi modelli: la Fabia Wagon dispone di un volume del bagagliaio compreso tra 480 e 1.460 litri, un valore superiore alla media della categoria; la Roomster, grazie all’innovativo sistema VarioFlex che consente di modulare la posizione dei sedili posteriori, è in grado di soddisfare i Clienti più esigenti, con un volume di carico compreso tra 477 e 1.780 litri.

La parte anteriore di Fabia e Roomster è stata completamente rinnovata e, pur avendo conservato la medesima altezza, le fa sembrare più basse rispetto alle precedenti versioni, conferendo loro allo stesso tempo un aspetto notevolmente più dinamico.
“Questo restyling ha coinvolto pressoché tutti i componenti del frontale delle vetture”, ha dichiarato Eckhard Scholz, Responsabile per lo Sviluppo della Škoda. Una novità fondamentale è costituita dalla nuova gamma di motorizzazioni per Fabia e Roomster: propulsori moderni, in gran parte turbocompressi. Le notevoli modifiche apportate alla gamma delle motorizzazioni hanno richiesto la completa riprogettazione delle strutture del frontale di entrambi i modelli. I paraurti e i loro supporti, la forma dei gruppi ottici, il cofano e la parte anteriore del telaio: tutti questi elementi sono stati rinnovati.

Il design della Fabia e della Roomster è fortemente caratterizzato dalla nuova forma della calandra e dai gruppi ottici tridimensionali, più grandi rispetto alle precedenti versioni, che sottolineano la linea orizzontale anteriore.
“Le proporzioni sono più armoniose”, commenta Jozef Kabaň, Responsabile del Design. Con queste modifiche, la Fabia ha mantenuto la propria eleganza, mentre la Roomster ha conservato il proprio carattere dinamico.
Entrambe le vetture presentano una nuova identità, con un impatto ancor più emotivo, pur conservando alcuni elementi tipici che caratterizzavano anche le versioni precedenti: è stata infatti mantenuta la forma particolare dei finestrini, da sempre un tratto distintivo per Fabia e Roomster. La linea laterale della Fabia appare più allungata grazie ai nuovi gruppi ottici anteriori, che proseguono sui fianchi; il design della coda e le luci posteriori che si illuminano formando una C, comuni a tutte le vetture Škoda, definiscono nel migliore dei modi la loro identità. Ulteriori novità per la gamma Fabia sono i nuovi cerchi in alluminio, i nuovi copricerchi e i colori per la carrozzeria Verde Rally, Blu Acqua e Blu Pacifico. Per la prima volta è possibile montare sulla Fabia, oltre che sulla versione Wagon, i mancorrenti al tetto.



Gli interni vedono l’utilizzo di nuovi materiali e si distinguono per alcuni particolari estetici, come la cromatura che caratterizza le cornici delle bocchette dell’aria, del pomello e della base della leva del cambio, oltre che il pulsante del freno a mano. Il nuovo volante multifunzione rivestito in pelle, disponibile a tre o quattro razze, consente il controllo dell’impianto audio e del telefono. Anche i rivestimenti dei sedili, piacevoli al tatto e traspiranti, e gli elementi di comando del climatizzatore Climatronic rappresentano una novità per la gamma Fabia.

La strumentazione sulla plancia è stata rielaborata: la parte centrale del display è dedicata all’indicazione della marcia consigliata, un accorgimento in grado di contribuire attivamente alla riduzione dei consumi (nelle versioni con cambio DSG viene visualizzata la marcia inserita), della temperatura esterna, e della velocità impostata: un dispositivo di grande utilità.
Per Fabia e Roomster è ora disponibile il sistema di navigazione di ultima generazione Amundsen, con touchscreen da 5”, lettore carte SD e connessione per dispositivi esterni. A richiesta è disponibile, in abbinamento all’autoradio Swing e al sistema di navigazione Amundsen, un’ulteriore connessione, denominata Mobile Device Interface (MDI) e situata sotto al cassetto portaoggetti lato passeggero, per l’uso di dispositivi iPod, Aux-In, USB e mini USB.

Un’altra novità è costituita dalla predisposizione per telefono cellulare GSM mediante la funzione audio streaming, che consente di mantenere attive due diverse connessioni Bluetooth contemporaneamente, e di utilizzare il dispositivo vivavoce senza interrompere il funzionamento di un riproduttore musicale esterno. Le due connessioni possono essere controllate tramite i comandi presenti sul volante multifunzione in pelle, disponibile a richiesta. Anche il comando vocale del telefono si attiva mediante un tasto situato sul volante multifunzione oppure tramite un comando sul supporto della predisposizione per telefono cellulare GSM II Comfort.

La gamma delle motorizzazioni disponibili per Fabia e Roomster è il cuore pulsante del restyling a cui sono state sottoposte e comprende un totale di cinque propulsori benzina e quattro Diesel. Per quanto riguarda i motori benzina, le potenze vanno da 60 CV (44 kW) a 105 CV (77 kW) per la Fabia e da 70 CV (51 kW) a 105 CV (77 kW) per la Roomster, mentre le potenze dei propulsori Diesel, per entrambe le vetture, vanno da 75 CV (55 kW) a 105 CV (77 kW). Tutte le motorizzazioni rispettano gli standard della normativa antinquinamento Euro 5 e si dimostrano particolarmente efficienti. Le versioni dotate di cambio manuale saranno equipaggiate con un dispositivo volto al risparmio energetico: una freccia situata sul display del computer di bordo indicherà al conducente il momento corretto per il cambio di marcia, aiutandolo quindi mantenere sempre il motore in un regime di giri ottimale, abbattendo così i consumi e le emissioni di CO2.

La Škoda introduce anche per le motorizzazioni di Fabia e Roomster il concetto del downsizing, in base al quale la cilindrata viene ridotta; affinché ciò non si traduca in una perdita di prestazioni, è impiegato un turbocompressore, oltre a diverse tecnologie ad alta efficienza energetica. Soprattutto nel caso dei propulsori benzina, il turbocompressore consente un forte incremento della coppia massima, disponibile a regimi notevolmente più bassi rispetto ai tradizionali motori ad aspirazione



Oltre che sulle prestazioni dei motori, la ricerca si è focalizzata su aspetti importanti come la sostenibilità ambientale; in particolar modo questi propulsori creano nuovi standard in termini di silenziosità. Grazie al cambio a doppia frizione DSG ottimizzato a sette rapporti, il nuovo 1.2 TSI benzina 105 CV (77 kW) raggiunge elevati livelli di economicità, con un consumo di soli 5,3 litri per 100 km e 124 g/km di emissioni di CO2 (dati in fase di omologazione). Il quattro cilindri TSI è disponibile in due configurazioni, rispettivamente con 86 CV (63 kW) e con 105 CV (77 kW), entrambe abbinate al cambio manuale a cinque rapporti.

È stato possibile ottenere consumi contenuti mediante la riduzione degli attriti interni al motore e la leggerezza costruttiva: per il 1.2 tre cilindri è stato progettato un nuovo albero a camme con un peso inferiore di 1,7 kg rispetto al modello precedente. La riduzione dei materiali inizia durante la fase produttiva: il blocco di ghisa grezza è più leggero di 1 kg rispetto alla versione precedente.

Le potenze dei motori Diesel, tutti dotati di filtro antiparticolato di serie, vanno da 75 CV (55 kW) a 105 CV (77 kW), con cilindrate comprese tra 1.200 e 1.600 cc. La novità di maggior rilievo è l’introduzione del sistema di iniezione Common Rail, che lavora alla pressione massima di 1.600 bar, mentre la velocità di reazione dei piezoiniettori consente fino a cinque iniezioni per ciclo di lavoro; ciò comporta una notevole silenziosità di esercizio, oltre che una drastica riduzione di consumi ed emissioni. Un ulteriore abbattimento delle emissioni si ottiene, in tutte le motorizzazioni Diesel previste per Fabia e Roomster, grazie al catalizzatore ossidante e al ricircolo dei gas di scarico.

La riduzione dei livelli di rumorosità del tre cilindri 1.2 MPI ha costituito una sfida affascinante, che gli ingegneri della Škoda hanno superato mediante una catena di nuova concezione per l’azionamento dell’albero a camme, la quale comporta una maggiore silenziosità. Si è prestata grande attenzione alla riduzione del rumore durante l’uso del freno motore, in particolar modo a frequenze elevate, particolarmente fastidiose all’udito, e nel regime frequentemente utilizzato compreso tra 1.600 e 3.400 giri.

La gamma delle motorizzazioni di Fabia e Roomster comprende:
• 1.2 MPI 60 CV (44 kW) – Euro 5 (solo per Fabia e Fabia Wagon)
• 1.2 12V MPI 70 CV (51 kW) – Euro 5
• 1.4 16V 86 CV (63 kW) – Euro 5 (per Roomster, introduzione successiva)
• 1.2 TSI 86 CV (63 kW) – Euro 5
• 1.2 TSI 105 CV (77 kW) – Euro 5
• 1.2 TDI CR FAP 75 CV (55 kW) – Euro 5 (introduzione successiva)
• 1.6 TDI CR FAP 75 CV (55 kW) – Euro 5 (solo per Fabia)
• 1.6 TDI CR FAP 90 CV (66 kW) – Euro 5
• 1.6 TDI CR FAP 105 CV (77 kW) – Euro 5

Per la tutela dei passeggeri, a bordo di Fabia e Roomster sono presenti numerosi sistemi di sicurezza: quattro airbag di serie, che su richiesta e in base al livello degli allestimenti possono diventare fino a sei; fanno parte dell’equipaggiamento di serie anche il sistema ABS con Brake Assistant e l’ESP.

I proiettori sono stati progettati appositamente per questo modello e assicurano un’illuminazione ottimale della strada; a seconda dell’allestimento, sono a riflessione o a proiezione. Nei nuovi gruppi ottici sono integrati i fendinebbia e le efficienti luci di marcia diurne che, oltre a consentire un risparmio energetico del 50% circa, consentono una migliore illuminazione anche in condizioni climatiche particolari, come la nebbia.

In caso di frenata brusca si accendono automaticamente gli stop o le luci di emergenza, a seconda della situazione. Con una decelerazione di 7 m/s2 a velocità superiori ai 60 km/h, la centralina elettronica attiva infatti gli stop lampeggianti a una frequenza di 3 Hz, mentre, al termine della frenata, a velocità inferiori a 10 km/h e con una decelerazione inferiore a 2,5 m/s2 entrano in funzione le luci di emergenza alla normale frequenza di 1,25 Hz, in modo da avvertire della situazione di pericolo. La sicurezza è incrementata da un nuovo servofreno, il cui cilindro, di maggiori dimensioni, rende più facile il controllo della frenata, per una decelerazione più efficiente e soprattutto più omogenea.

È inoltre possibile attivare la funzionalità degli alzacristalli elettrici di Fabia e Roomster anche mediante il telecomando della chiusura centralizzata. I sistemi antifurto dei due modelli sono ancora più sicuri, grazie a un immobilizer di nuova generazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.